130 CONDIVISIONI
11 Ottobre 2021
18:30

Appena inaugurata già danneggiata area dedicata a Emanuela Loi, poliziotta uccisa con Borsellino

L’area, trovata pesantemente danneggiata, era stata recuperata e trasformata in un punto informativo dei centri anti-violenza con dei pannelli per ricordare quelle donne diventate simbolo di resistenza e impegno, Emanuela Loi appunto ma anche Rita Atria, Rita Borsellino, Maria Pia Lepanto, Agnese Piraino Leto.
A cura di Antonio Palma
130 CONDIVISIONI

Appena inaugurata ed è stata già danneggiata a Palermo l’area intitolata a Emanuela Loi, la poliziotta uccisa nella strage di Via D’Amelio insieme al giudice Paolo Borsellino e agli altri colleghi della scorta del giudice antimafia. L’area che non a caso sorgeva a due passi da via D'Amelio, dove il 19 luglio 1992 sono stati uccisi, per mano di Cosa nostra, il giudice Paolo Borsellino e i cinque agenti della scorta Agostino Catalano, Claudio Traina, Emanuela Loi, Walter Cosina e Vincenzo Li Muli, era stata inaugurata solo sabato scorso ma questa mattina era stata già danneggiata vistosamente. Il piccolo monumento, creato in un’aiuola in via Autonomia Siciliana, era stato dedicato alla poliziotta simbolo della lotta la mafia ma anche "al valore delle donne contro ogni violenza", progetto di rigenerazione urbana firmato #DonneRigenerAttive.

Si trattava di un’area recuperata e trasformata in un punto informativo dei centri anti-violenza con dei pannelli per ricordare quelle donne diventate simbolo di resistenza e impegno, Emanuela Loi appunto ma anche Rita Atria, Rita Borsellino, Maria Pia Lepanto, Agnese Piraino Leto,  “soggetto della richiesta instancabile di giustizia e di verità". La targa commemorativa parte del progetto, ideato e promosso dal Centro Studi Borsellino e dalle associazioni Libera, Emily, Agesci Conca D'oro, Mezzocielo e Democratica, era stata inaugurata proprio nel giorno del compleanno di Emanuela Loi alla presenza delle autorità locali e delle forze dell’ordine ma questo non ha scoraggiato chi, probabilmente nottetempo, l’ha presa di mira. La brutta scoperta nella mattinata di lunedì: Uno dei pannelli che componevano l’installazione è stato divelto, l’altro è stato completamente rotto.

130 CONDIVISIONI
La storia del poliziotto che ha ucciso un pedone e ha portato il cadavere a casa dalla mamma
La storia del poliziotto che ha ucciso un pedone e ha portato il cadavere a casa dalla mamma
Muore uccisa da un serpente, in realtà il killer era il marito: lo aveva provato già due volte
Muore uccisa da un serpente, in realtà il killer era il marito: lo aveva provato già due volte
Modica, ucciso dalla tromba d’aria: il 53enne Pino Ricca scaraventato a terra appena uscito di casa
Modica, ucciso dalla tromba d’aria: il 53enne Pino Ricca scaraventato a terra appena uscito di casa
37 di Videonews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni