Nuovo tragico incidente in montagna. Uno scialpinista tedesco è morto dopo essere precipitato per circa 400 metri mentre stava effettuando un'escursione sul gruppo del Sella tra la Val Gardena e la Val Badia, in Alto Adige. A individuare il corpo dell’uomo, nella tarda serata di ieri venerdì 3 gennaio, sono stati gli uomini del soccorso alpino anche grazie all'ausilio dell'elicottero dell'Aiut Alpin Doloimites, abilitato al volo notturno essendo dotato di speciali visori. A dare l’allarme per lo scialpinista tedesco era stata la compagna, preoccupata perché lui non era rientrato in albergo dopo l’escursione sugli sci.

La dinamica dell’incidente in Alto Adige: lo scialpinista precipitato per centinaia di metri – A quanto ricostruito finora la vittima, che si trovava in vacanza in Alto Adige, era partito dal rifugio Pisciadù ma sulla via del rientro con ogni probabilità ha sbagliato il canalone imboccando una cascata di ghiaccio che non gli ha dato scampo. L’uomo è precipitato per alcune centinaia di metri ed è morto. In un canalone sono stati prima localizzati dagli uomini del soccorso alpino gli sci della vittima e più a valle è stata trovata la salma del turista.