La terra trema ancora in Albania. Poco prima delle 21,20 una scossa di terremoto di magnitudo 5 è stata registrata a Qarku, nei pressi di Durazzo, con ipocentro a 13 chilometri di profondità. Stando alle testimonianze che si sono immediatamente rincorse sui social network, la scossa si è avvertita distintamente non solo nel sud del Paese, dalla capitale Tirana sino a Valona, ma anche in Salento, in particolare nella zona tra Nardò e Galatina, e nel Brindisino.  Numerose le telefonate ai vigili del fuoco. In Puglia, comunque, non risultano esserci stati danni a cose o persone. Secondo i dati diffusi dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), la scossa di magnitudo 5 è avvenuta in Albania alle 21:15:10 ora italiana con coordinate geografiche (lat, lon) 41.47, 19.5 ad una profondità di 13 km.

La scossa di novembre in Albania uccise 50 persone – Ancora non si conosce l’entità dei danni di questa scossa – 5 è considerata magnitudo media -, ma il timore della popolazione è elevato, dopo il terremoto del 26 novembre 2019, che lasciò sul terreno 50 morti e circa 2000 feriti. Allora la magnitudo fu 6.5 e alzò il suolo di ben 10 centimetri. Lo sciame sismico non si fermò lì, tuttavia, perché tra dicembre e gennaio, più precisamente il 2 dicembre e il 19 gennaio, altre due nuove scosse, di magnitudo rispettivamente 4.4 e 4.7 – hanno fatto salire la paura tra la popolazione albanese.