Si svolgeranno nel primo pomeriggio di sabato 2 novembre i funerali di Alessandra Piscioneri la quattordicenne investita e uccisa da un'auto nel tardo pomeriggio di mercoledì mentre attraversava la strada appena scena dall'autobus di ritorno da scuola nel Cuneese. Tutta la comunità di Cardè, dove l'adolescente si era trasferita da poco tempo insieme ai genitori e alla sorella, si stringerà attorno alla famiglia sabato pomeriggio alle 15 nella chiesa parrocchiale di Santa Caterina. Già nella serata di oggi, alle 18 di venerdì 1 novembre, i parrocchiani e i fedeli della comunità locale si riuniranno per pregare e ricordare la giovane vittima del terribile incidente stradale. Una tragedia che ha sconvolto l'intera comunità locale ma anche quelle vicine dove abitano molti compagni di scuola dell'adolescente.

Sul luogo dello schianto, dove la madre di Alessandra ha assistito impotente alla scena mentre attendeva la figlia, in molti hanno voluto lasciare dei fiori in segno di cordoglio. Preghiere e fiori  anche al Centro di Formazione Professionale del Centro Nazionale Opere Salesiane di Savigliano dove la quattordicenne frequentava la classe prima del corso di ristorazione. "In classe ci sono stati un silenzio incredibile e la partecipazione al completo da parte dell’istituto. Abbiamo pregato tutti insieme per ricordare una ragazza che avevamo appena iniziato a conoscere, ma che già era si era integrata con la classe e con i compagni" ha spiegato a La Stampa il direttore dell’istituto salesiano

Tantissimi anche i messaggi di cordoglio online quando si è diffusa la notizia della morte di Alessandra. "Quello che non vorresti mai leggere. R.i.p. piccolo angelo! E dai la forza a chi resta senza di te" ha scritto una amica di famiglia. La ragazza lascia la madre, Maria, il padre, Luciano, conducente di autobus,e la sorella 16enne che frequenta la stessa scuola di Alessandra.