AGGIORNAMENTO: È stato revocato il ritiro dei lotto di Acqua Nestlé Vera Naturae scattato nel novembre scorso. Come comunica il Ministero della salute con un comunicato datato 18 dicembre sul proprio sito, la revoca del richiamo è stata disposta a seguito di analisi conformi effettuate presso l'Istituto Superiore di Sanità.

Acqua Nestlé Vera Naturae era richiamata per sospetta contaminazione batterica. A dar notizia del ritiro dal mercato del prodotto era stato lo stesso Ministero della Salute, che ha pubblicato nella giornata di lunedì 18 novembre il richiamo di un lotto di Acqua minerale a marchio Nestlé Vera per una non conformità microbiologica. Il prodotto interessato è distribuito in bottiglie in pet da 50 cl, con il numero di lotto 9303842201 e data di scadenza 10/2020. L'acqua minerale Nestlé Vera Naturae è prodotta da SANPELLEGRINO S.P.A. nello stabilimento nel Comune di Castrocielo, in provincia di Frosinone. Motivo del richiamo, si legge nell’avviso pubblicato dal Ministero della Salute, recita: “Segnalazione da parte dell’Asl di Frosinone per presunta non conformità microbiologica”. Nelle avvertenze, si fa riferimento a una sospetta presenza di Anaerobi Sporigeni Solfito riduttori. Il Ministero, nell’avviso pubblicato sul sito, allega anche due foto utili a riconoscere l’acqua minerale ritirata dal mercato. L’anomalia era stata segnalata il giorno 11 novembre al servizio da Nestlè-San Pellegrino tramite il portale dedicato.

L’avviso apparso sul sito del ministero della Salute. 
in foto: L’avviso apparso sul sito del ministero della Salute