Bibbiano si prepara ad accogliere questa sera migliaia e migliaia di persone. La città della Val D'Enza finita negli ultimi mesi al centro della polemica politica per i presunti affidi illeciti verrà presa d'assalto, nell'arco di poche ore, sia dai sostenitori della Lega che dalle Sardine. Per questo – per evitare spiacevoli incidenti – il centro è stato letteralmente blindato e 200 uomini delle forze dell'ordine – tra cui artificieri e unità cinofile, reparto mobile della polizia e battaglione dei carabinieri – presidieranno le manifestazioni assicurandosi che tutto si svolga regolarmente. Nel piccolo comune sono attese almeno 7mila persone. La Lega, con Matteo Salvini in prima fila insieme alla candidatura alla presidenza dell'Emilia-Romagna Lucia Borgonzoni, sarà dalle 18 in piazza della Repubblica, di fronte al municipio. L'evento, ha precisato ieri il leader della Lega, non sarà un comizio "ma una festa di famiglie". Un'ora dopo sarà la volta delle Sardine, nell'adiacente piazza Libero Grassi. Il movimento ha confermato il suo presidio dopo l'assemblea tenuta a Bibbiano lunedì coi cittadini che hanno espresso parere positivo all'evento. Lega e Sardine sono contese la piazza principale per giorni. Ieri il leader del Carroccio ha aggiunto un po' di pepe: "Le sardine dicono di non parlare di Bibbiano? Ma chi siete voi per decidere di cosa parlare?".

La scorsa settimana allarme bomba a Bibbiano

Giovedì scorso, il 16 gennaio, la tensione a Bibbiano è salita ai massimi livelli. Intorno alle nove del mattino infatti l'ufficio dei servizi sociali della città emiliana ha ricevuto una telefonata minatoria: "Fra 20 minuti vi lancio una bomba", sono state le parole pronunciate da un uomo al telefono. Il vicesindaco Paola Tognoni ha ordinato l'evacuazione sia del Comune sia della sede dell'Unione a Barco dove hanno, appunto, sede i servizi sociali, al centro dell'inchiesta Angeli e Demoni, non prima però di aver avvertito Questura e Prefettura. Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine, che fortunatamente non hanno trovato nessun ordigno.