Uno dei dolori più atroci per una persona è senza dubbio la perdita di un figlio. Pensate a cosa possano aver provato Patricia e Eddie Ferrin, coppia di Belfast (Irlanda del Nord), che questo dolore sono stati costretti a provarlo per ben tre volte nel corso degli ultimi 7 anni: tutti e tre i loro figli si sono suicidati.

Tutto ha avuto inizio nel 2010, quando il cugino dei tre ragazzi Christopher si è tolto la vita senza apparente ragione. Trascorre appena un anno da quel terribile evento ed il primo dei tre fratelli Ferrin, Niall, si suicida a soli 19 anni. Nel corso delle indagini si scoprirà che il ragazzo viveva da tempo in uno stato di depressione. La scomparsa di Niall apre una ferita insanabile all’interno della famiglia. Passano tre anni e Kerian (il più giovane dei tre fratelli) viene aggredito come era accaduto anche al fratello e, esattamente come lui, non regge alla pressione e cinque mesi dopo si uccide.

Il dramma di questa famiglia si completa una settimana fa quando anche l’ultimo dei fratelli Ferrin, Stephen, si toglie la vita. Il ragazzo, 31 anni, era scomparso da una settimana e i suoi genitori, temendo che potesse uccidersi, avevano avvisato la polizia della sua scomparsa, purtroppo quando è stato ritrovato era troppo tardi.