Una ragazza di Civitanova Marche ha perso la vita in un drammatico incidente avvenuto sabato notte sulla Statale Adriatica. Si chiamava Elisa Sbrescia e tra meno di un mese avrebbe compiuto ventidue anni. Da quanto ricostruito, la giovane stava tornando a casa quando è stata travolta mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali da una utilitaria che si è subito fermata e ha chiamato i soccorsi che però, purtroppo, sono stati inutili. Elisa è morta sul colpo. Quella strada, la Statale Adriatica, purtroppo negli anni è stata più volte teatro di gravissimi incidenti. Sul caso è stata aperta un’inchiesta per omicidio stradale. Secondo quanto riportato dai quotidiani locali, i primi accertamenti hanno escluso che l’uomo alla guida dell’auto che ha travolto la giovane avesse assunto alcol mentre per quanto riguarda le sostanze stupefacenti bisognerà attendere il risultato delle analisi del sangue.

Il ricordo: "Elisa era generosa, dolce e disponibile" – Intanto a Civitanova Marche l’intera comunità si è stretta nel ricordo di una giovane descritta come una ragazza semplice ed educata, amante degli animali e impegnata nel volontariato. Sempre sorridente e solare in qualsiasi situazione, chi la conosceva ha detto che Elisa era una ragazza che non si faceva scalfire dalle avversità della vita e non si tirava mai indietro nell’essere di aiuto. Sul gruppo Facebook di Vince Civitanova è stata ricordata proprio per la sua immensa disponibilità: “Conoscemmo Elisa quando Vince Civitanova fece la raccolta per i terremotati. Si presentò a dare una mano, così generosa, dolce, disponibile. Riposa in pace anima bella”. Tanti anche i messaggi comparsi sul profilo della giovane: “Riposa in pace stellina – le ha scritto qualcuno –. Mi raccomando, mettici tutta la grinta che avevi anche lassù”. “Ti voglio tanto bene, ciao sorellina”, ha scritto il fratello maggiore.