Una donna è morta questa mattina nell’incendio divampato nella sua casa di Concordia Sagittaria, nel Veneziano, sembra a causa di un cortocircuito delle luci dell'albero di Natale. Si chiamava Paola Castellet e aveva quarantasei anni. L’incendio – stando a quanto riportano i quotidiani locali – è divampato questa mattina nella casa in via Cesare Battisti a Concordia Sagittaria, in zona Paludetto. Intorno alle 6.15 la quarantaseienne si è accorta delle fiamme e insieme alle sue due figlie – una ragazza di circa venti anni e l’altra più piccola che frequenta la prima media – è riuscita a uscire dalla casa. Ma poi, a quanto ricostruisce il quotidiano Il Gazzettino, dopo aver messo in salvo le figlie la donna sarebbe rientrata nella casa di Concordia Sagittaria. A quel punto la quarantaseienne sarebbe caduta, morendo.

L'incendio divampato nella cucina della casa della vittima – I soccorritori hanno ritrovato il suo corpo parzialmente carbonizzato. Sul perché la mamma, separata, abbia deciso di rientrare in casa nonostante l'incendio stanno indagando i carabinieri, giunti sul posto insieme ai vigili del fuoco e al 118. Dalle prime ipotesi sembra che la donna fosse rientrata per cercare di mettere in salvo l'altra figlia che però era già riuscita a mettersi in salvo da sola trovando riparo a casa dei nonni. Sul posto è intervenuto anche il personale del NIAT (nucleo investigativo antincendio territoriale). Secondo la prima ricostruzione del quotidiano, non è escluso che a provocare l’incendio siano state le luci dell’albero di Natale andate in cortocircuito. L’incendio sarebbe divampato nella cucina della casa e il fumo ha poi invaso tutta l’abitazione.