Secondo fonti di Sky News sarebbero state trovate parti del cadavere di Jamal Khashoggi, il giornalista ucciso al consolato saudita di Istanbul. Il reporter sarebbe stato fatto pezzi e sfigurato. Secondo Dogu Perincek, leader del partito di opposizione turco Rodina, alcune parti del corpo martoriato dell’editorialista del Washington Post sono state trovate in un pozzo nel giardino del consolato di Riad nella città turca, dove si ipotizza sia avvenuto l’omicidio. Le indiscrezioni, tra l'altro, arrivano dopo le parole del presidente Recep Tayyip Erdogan, che proprio oggi ha chiesto all'Arabia Saudita di svelare "dov'è il corpo” Khashoggi, e a margine delle rivelazioni di alcune fonti dell’intelligence turca alla Reuters, secondo cui al Qahtani, stretto consigliere e responsabile della comunicazione sui social media del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, avrebbe guidato le operazioni che hanno portato all'omicidio del giornalista dissidente. Le stesse fonti hanno rivelato che Erdogan avrebbe in mano la registrazione che prova la sua presenza virtuale almeno alla parte iniziale dell’intervento del presunto “squadrone” che ha ucciso Khashoggi.

Riad ha affermato che il giornalista è morto il 2 ottobre, durante una visita al consolato del regno a Istanbul, dopo "una scazzottata". Funzionari turchi, invece, sostengono che il 59enne è stato messo sotto torchio e ucciso da una squadra saudita di 15 uomini. Ankara ha promesso la verità “nuda e cruda” sulla vicenda e che i dettagli dell'inchiesta saranno via via resi noti.  Erdogan, parlando al Parlamento, l’ha definito un “omicidio politico” e ha fatto sapere anche che dalle indagini sono emerse “prove convincenti” del fatto che l’omicidio di Jamal Khashoggi è stato “attentamente pianificato” già giorni prima della sua morte, con sopralluoghi nella Foresta di Belgrado e nella zona di Yalova come possibili luoghi di sepoltura del corpo. Nel frattempo il direttore della Cia, Gina Haspel, si è recata in Turchia per seguire da vicino le indagini relative al caso. Lo riportano media locali. Nelle scorse ore, pure il presidente americano Donald Trump è intervenuto dicendosi “non soddisfatto” delle spiegazioni di Riad.