Non ce l’ha fatta Antonela Kmet. Dopo due settimane d’agonia, si è spenta  all'ospedale Ca' Foncello di Treviso questa mattina, domenica 8 ottobre. La 46enne mamma di Pieve di Soligo era stata investita martedì 26 settembre mentre attraversava con i suoi due figli le strisce pedonali in centro. La donna aveva tentato di fare scudo con il proprio corpo per proteggere i suoi bambini, finendo travolta da un’auto di una 87enn alla guida dell'auto, una Matiz: l’anziana non era riuscita a frenare in tempo, probabilmente accecata dal sole. I due bambini erano stati sbalzati a qualche metro di distanza, mentre Antonela era finita sotto le ruote della piccola utilitaria.

La 46e era riuscita nel suo intento di salvare i figli, ma le sue condizioni erano apparse subito gravissime. I suoi due ragazzi G.F. di 11 anni e F.F. di cinque, coinvolti nell’incidente, erano stati trasportati allo stesso ospedale trevigiano e ricoverati in pediatria con fratture alle costole – il maggiore – e il bacino rotto, la minore. La 46enne era ricoverata in terapia intensiva, durante questo periodo tutto il paese ha pregato per lei e si è stretto attorno alla sua famiglia. Purtroppo stamattina è arrivata la tragica notizia.

Antonela Kmet, di origine croata, laureata in pedagogia a Pola, ex insegnate di scuola materna a Fazana (Croazia), ma in Italia non aveva potuto impiegare il suo titolo di studio perché non riconosciuto. La donna si è quindi sempre dedicata alla famiglia e al sociale: molto attiva anche nell’asilo “Maria Bambina” di Pieve frequentato dalla figlia minore dove si era fatta apprezzare per la sua sensibilità e intelligenza. Sotto choc i molti amici e conoscenti della famiglia.