"Le grandi opere sono necessarie per rendere l'Italia all'altezza del resto del mondo, è una questione di buon senso. Per questo il 3 maggio la Commissione Trasporti della Camera effettuerà una missione al Terzo Valico per monitorare lo stato di avanzamento del cantiere e assicurarci che l'opera sia attiva, come previsto, nel 2022 –  a dirlo è Alessandro Morelli, presidente della Commissione Trasporti alla Camera, annunciando il sopralluogo al Terzo Valico, la linea ferroviaria che dovrebbe collegare Genova a Milano, passando dal Piemonte, e i cui lavori sono iniziati nell'autunno 2013.

"Il Terzo Valico – ha proseguito l'esponente del Carroccio – rappresenta una delle priorità infrastrutturali del nostro Paese, migliorerà i collegamenti non solo nel Nord d'Italia, ma garantirà una rete strategica tra le regioni europee più industrializzate: questo significa trasferire il 30 per cento del traffico merci dalla strada al ferro entro il 2030 e il 50 per cento entro il 2050, con vantaggi per l'ambiente, la sicurezza e l'economia", ha spiegato ancora Morelli. "Alla missione prenderà parte anche il viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Edoardo Rixi, che ringraziamo per l'opera che sta svolgendo con i soggetti interessati affinché il lavoro possa proseguire in maniera organica: non solo Terzo Valico, ma anche i servizi complementari per renderlo operativo". 

"Il Terzo valico, come del resto altre grandi opere strategiche come la Tav, sarà un perno dello sviluppo di tutto il nord-ovest e dell'economia dell'intero Paese. Nell'ultimo anno, al Governo, abbiamo fatto tutti i passi possibili e necessari per arrivare ad un completamento dell'infrastruttura nei tempi previsti, nella certezza che il Terzo valico consentirà in particolare al basso Piemonte alessandrino di svolgere finalmente il ruolo di retroporto naturale dei porti liguri e di sviluppare un'economia di territorio legata alla logistica avanzata", ha detto il capogruppo della Lega alla Camera, Riccardo Molinari, annunciando la sua partecipazione al sopralluogo.