Viaggiare, studiare, lavorare, condividere e inventare. Se si pensa al futuro, non si può non immaginarlo così: ricco di esperienze da fare, alla scoperta di culture diverse dalla nostra, con un impiego possibilmente soddisfacente e adatto alle nostre capacità. Solo un sogno? Non necessariamente. Anche in un periodo in cui la ripresa economica è lenta, non mancano una serie di opportunità di cui i ragazzi possono usufruire per trasformare quei progetti in realtà concrete. Come? Grazie all’Europa e alle sue politiche, che offrono infinite occasioni di fare ciò che si ama, mettendo a disposizione gli strumenti necessari.

Per far conoscere tutte le possibilità esistenti, in occasione della Festa dell’Europa è stata lanciata la campagna di comunicazione multimediale #EUANDME, destinata ai più giovani, per aiutarli a ricordare i diritti di cui godono e che troppo spesso dimenticano o non sanno di avere. E che non sono neanche pochi.

Muoversi ovunque e senza confini

Potersi spostare in piena libertà e autonomia è una delle tante possibilità offerte ai giovani cittadini dell’Unione europea: fino a non molti anni fa era qualcosa che si poteva soltanto sognare. Di certo, l’assenza di frontiere e l’utilizzo di una moneta unica sono i vantaggi più evidenti, ma non sono gli unici. Pochi, infatti, sanno che si possono comprare biglietti per volare ovunque nell’Ue con un solo click dallo smartphone e al prezzo di un pranzo al ristorante grazie alla liberalizzazione dei mercati, che è possibile utilizzare la stessa patente di guida ovunque e che è sufficiente avere un semplice documento di identità, che attesti che siamo cittadini UE, per viaggiare, vivere e lavorare in uno dei 28 paesi membri. I diciottenni, poi, hanno una opportunità in più: partecipando all'iniziativa "DiscoverEU", possono concorrere a biglietti Interrail gratuiti per viaggiare in treno alla scoperta del Vecchio Continente.

In aula o sul campo: l’importanza della formazione

In un mondo sempre di corsa e in continuo cambiamento, ottenere le qualifiche professionali e le competenze necessarie a svolgere il lavoro che sogniamo è ormai imprescindibile. In aula o sul campo, l’Europa mette a disposizione dei giovani moltissime opportunità di formazione. La più famosa è probabilmente rappresentata dal programma Erasmus+, grazie al quale è possibile svolgere tirocini, apprendistati, periodi di scambio e istruzione in ognuno dei paesi membri. Da non dimenticare neppure i programmi Garanzia per i Giovani o Erasmus Pro, per la formazione dei lavoratori all’estero, e lo Sve, il Servizio volontario europeo per chi voglia fare un’esperienza indimenticabile di volontariato. E, infine, il Corpo europeo di solidarietà, che offre opportunità di lavoro e di volontariato nell'ambito di progetti destinati ad aiutare comunità e popolazioni in Europa.

Il diritto di scegliere dove lavorare: la nuova frontiera della libertà

I titoli di studio conseguiti in ogni Stato membro possono essere riconosciuti in tutta l’Ue: con la giusta preparazione, oltre alla cittadinanza europea, si può spiccare il volo e realizzare tanti sogni. Trovare l’opportunità che può dare una svolta alla propria vita non è difficile: basta un click per consultare il portale europeo per la mobilità professionale (Eures), che consente di avere accesso a più di un milione di potenziali offerte e di avvalersi di un consulente dedicato per trovare il lavoro dei propri sogni nel paese che si ama.

Sostenibilità e innovazione: il futuro è tech

Per migliorare il nostro futuro, l’Unione europea ha fatto dei passi da gigante sia in materia di sostenibilità ambientale, adottando norme che assicurano aria e acque pulite, sia nel settore dell’innovazione digitale: creare startup ad alta tecnologia e inventare app che possono migliorare la vita di tutti non è mai stato così semplice per i giovani dell’Ue, grazie ai numerosi finanziamenti e alla possibilità di essere sempre connessi a Internet, a un prezzo fisso e accessibile per tutti e ovunque.