“Il mondo è nelle mani di coloro che hanno il coraggio di sognare e di correre il rischio di vivere i propri sogni. Ognuno col suo talento”, scriveva nel 1992 Paulo Coelho. E aveva ragione: per realizzare i propri desideri bisogna mettersi in gioco e coltivare e dare prova delle proprie capacità. Per i giovani europei ciò è più facile: l’Ue, infatti, mette a loro disposizione una serie di strumenti con i quali trasformare in realtà concrete idee, passioni e progetti, rendendo la propria vita più sana e serena. E pensare che spesso non si è neppure consapevoli della mole di opportunità e di diritti di cui godono i giovani europei per rendere la vita più ricca e interessante.

Europa e giovani, binomio vincente con #EUANDME

Proprio per questo è stata lanciata la campagna di comunicazione multimediale #EUandME, destinata a coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, per aiutarli a ricordare o a conoscere quante e quali possibilità sono riservate loro dall’Ue. Qualche esempio? Si può viaggiare senza limiti e senza confini, studiare lingue e culture diverse ovunque si voglia, avere la formazione necessaria ad ottenere le competenze giuste per svolgere il lavoro che si è sempre sognato, e diventare protagonisti del futuro con le proprie innovazioni e invenzioni. Insomma, di iniziative ce ne sono davvero tante, basta soltanto scegliere quelle che più si addicono alle proprie aspirazioni e cercare di realizzare in questo modo i propri sogni.

Katrin e Vincenzo: “Il nostro successo grazie all’Ue”

Lo sanno bene Katrin Ann Orbeta e Vincenzo Merenda, due ragazzi siciliani che proprio grazie all’Ue sono riusciti a realizzare la loro idea di successo dando vita a Mash&Co, una startup innovativa dal cuore Made in Italy, con sedi anche a Lille, in Francia, e in Ungheria. Nata nel 2015, si occupa della creazione di contenuti interattivi per bambini, sfruttando al massimo le nuove tecnologie, attraverso animazioni e app educative disponibili sia su tablet che su smartphone. I più piccoli possono così crescere insieme alle storie dei due amici per la pelle Mash, il fungo, e Periwinkle, la lumaca, che intraprendono un lungo viaggio per risolvere il problema della siccità che affigge tutta la foresta. Ma anche i genitori possono divertirsi, giocando con i figli e monitorando i loro progressi.

“Grazie all’opportunità che ci ha dato Erasmus per i giovani imprenditori siamo stati in Ungheria, dove abbiamo saputo ottenere le competenze necessarie ad ampliare la nostra vision e la nostra azienda”, racconta Vincenzo. La forza della startup che ha fondato insieme a Katrin risiede proprio nel team internazionale che lavora con loro. “Lo abbiamo fatto – aggiunge Katrin – perché un giorno saranno i bambini di oggi a governare il mondo, e vogliamo aiutarli a capire cosa è davvero importante”. Ogni dettaglio del cartoon interattivo è stato pensato e realizzato a misura di bambino da un gruppo di esperti provenienti da tutta Europa. E proprio l’Europa si può dire che sia l’ingrediente più importante del loro successo.

Gli italiani che ce l’hanno fatta: “Utilizzate gli strumenti offerti dall’Europa”

Senza l’Erasmus per giovani imprenditori non ce l’avrebbero probabilmente fatta a realizzare la loro idea aziendale. Grazie a questo programma promosso dall’Ue hanno potuto acquisire le competenze necessarie ad avviare con successo il loro business nel Vecchio Continente, tramite l’apprendimento e lo scambio di conoscenze con chi già è riuscito ad affermarsi nel proprio campo. E non sono gli unici: oltre a Vincenzo e Katrin ci sono tantissimi giovani, anche italiani, che hanno colto le opportunità offerte dall’Unione europea. “Invito chiunque abbia un’idea imprenditoriale a utilizzare questa strumento messo a disposizione dall’Ue”, ha concluso Vincenzo.