Allarme nella mattinata di giovedì in una scuola superiore di Villafranca di Verona. Nel bel mezzo delle lezioni, infatti, qualcuno si è divertito a spruzzare spray urticante tra i corridoi dell'edificio, intossicando diversi ragazzi e costringendo le autorità scolastiche a evacuare l'intero edificio e le oltre 600 persone che si trovavano  all'interno. È accaduto  intorno alle 10 alla scuola Cavalchini-Moro del comune veneto dove in poco tempo sono accorse diverse ambulanze del 118, varie squadre di vigili del fuoco e alcune volanti dei carabinieri. L'allerta è scattata quando numerosi studenti hanno iniziato ad avvertire un intenso odore acre e un prurito insistente. Subito avvertita, la dirigente dell'istituto ha disposto l’immediata evacuazione dell’edificio e tutti, studenti, docenti e personale ausiliario, sono scesi in nel cortile in attesa dei controlli da parte dei vigili del fuoco.

Secondo quanto riferito dai sanitari del Suem 118 intervenuti sul posto, delle oltre 600 persone evacuate, tra studenti e personale, undici hanno dovuto ricorrere alle cure mediche ospedaliere e sette di queste sono state poi ricoverate in via precauzionale per le forti irritazioni agli occhi e le difficoltà respiratorie. Sette persone sono state portate in ambulanza al più vicino ospedale di Bussolengo mentre per altre quattro è stato deciso il trasporto all'ospedale di Borgo Trento del capoluogo veronese. Per nessuno di loro fortunatamente ci sarebbero condizioni preoccupanti. È il secondo caso del genere nel veronese a distanza di pochi giorni dopo quello accaduto l'11 maggio scorso all'Istituto superiore statale «Maria Curie» di Bussolengo che aveva causato lo sgombero di 500 persone e 23 ricoveri. I carabinieri ora  stanno indagando per individuare i responsabili del gesto.