80 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Roland Garros

Perché Sinner può decidere di saltare il Roland Garros anche se “guarito” dall’infortunio all’anca

Come sta Jannik Sinner? Le notizie sull’infortunio all’anca sono incoraggianti ma c’è comunque cautela in vista del Roland Garros.
A cura di Marco Beltrami
80 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Come sta Jannik Sinner? Quali sono le condizioni del tennista italiano che sta recuperando dall'infortunio all'anca? Le indicazioni che arrivano da Torino, e in particolare dal J|Medical di Torino, sono incoraggianti anche se la cautela è d'obbligo. Proprio per questo il numero due al mondo, deve valutare con il suo team molto attentamente il da farsi: in quest'ottica la mancata partecipazione al Roland Garros dopo Roma è un ipotesi che potrebbe prendere in seria considerazione.

Sinner e l'infortunio all'anca, quali sono le ultime notizie

La buona notizia è che l'infortunio all'anca di Jannik Sinner non sarebbe grave. Questo è quanto confermato dagli esami approfonditi a cui si è sottoposto, mentre si stanno disputando gli Internazionali di Roma, presso il centro clinico della Juventus. Il problema del giocatore italiano sarebbe di natura traumatica  quindi non congenita, stando alle indiscrezioni provenienti da Torino. Un'infiammazione curata dal team di Sinner con un lavoro specifico, con riabilitazione senza racchetta.

Come sta Sinner e la decisione sul Roland Garros

Ogni infortunio soprattutto in fase di guarigione però può nascondere delle insidie, e in questo caso l'obiettivo primario del team del tennista italiano è che non si cronicizzi. D'altronde lo stesso Sinner nella conferenza stampa post-ritiro a Roma è stato chiarissimo: meglio fermarsi e sottoporsi alle cure del caso, che rischiare uno stop più lungo che potrebbe compromettere il resto della stagione in maniera seria o anche di più.

Immagine

La voglia di tornare a giocare è fortissima, ma è altrettanto notevole la cautela ora. Proprio per questo i prossimi giorni saranno decisivi per capire quali passi fare. Il dado per Parigi non è stato ancora tratto, e le valutazioni su una possibile partecipazione al Roland Garros arriveranno a fine settimana. Con pochi allenamenti sulle spalle e la necessità di non rischiare anche complicazioni, è difficile oggettivamente pensare di vedere Sinner in campo nello Slam sulla terra rossa.

Fondamentale sarà vedere come reagirà il corpo e l'anca ai primi allenamenti veri sul campo con l'attrezzo per il tennista. Questo sarà il vero spartiacque per capire se rivedremo Jannik Sinner sul rosso, o gli daremo appuntamento direttamente sull'erba. Le sue parole dal Foro Italico dei giorni scorsi sono perfette: "Non ho fretta, anche se fa male. Curare il corpo è molto più importante che tutto il resto. Vediamo come gestire tutta la situazione".

E chissà che nel frattempo, se Jannik dovesse decidere di non giocare al Roland, non arrivi un "regalo" dal ranking con il primo posto. Per questo sarebbero decisivi i risultati di Djokovic e Medvedev.

80 CONDIVISIONI
187 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views