Li avevano dati per finiti, perché sembravano passeggiare sul finale del tramonto. E invece come d’incanto Roger Federer e Rafael Nadal sono ritornati immensi e sono tornati i padroni del tennis. I due ‘vecchi leoni’ infatti si sfideranno domenica prossima nella finale degli Australian Open. E per la nona volta Roger e Rafa si affronteranno finale Slam, la prima vis a vis dal Roland Garros del 2011. Il tennis, che negli anni ’80 vedeva una sfilza di enfant prodige dominare, adesso è diventato uno sport per trentenni anche ad altissimi livelli. Oltre a Roger e Rafa la conferma l’ha data anche il torneo femminile, che vedrà protagoniste in finale le sorelle Venus e Serena Williams. Il ritorno al futuro del tennis è servito.

Che vittoria su ‘Iron Stan' – Roger Federer si è ripresentato a Melbourne dopo sei mesi d’inattività ha lasciato per strada un set nel primo turno, poi ha passeggiato contro due avversari modesti prima di sconfiggere al quinto il nippo Nishikori e il tedesco Mischa Zverev. In semifinale il Re del tennis ha disputato un match fantastico contro il connazionale Wawrinka, vincitore degli US Open lo scorso settembre, che nonostante quattro anni in meno sulla carta d’identità è crollato alla distanza ed è stato battuto al quinto set. Incensare Federer è tutt’altro che semplice. Perché la grandezza di Roger è enorme e quello che sta facendo a trentacinque anni è veramente senza pari. Tanto che lo svizzero ieri è diventato anche il più vecchio finalista Slam dal 1974 (ha tolto il primato a Ken Rosewall).

5 ore per battere Dimitrov – Rafa Nadal in Australia invece si è presentato con una discreta fiduciosa, anche se aveva alle spalle risultati abbastanza negativi, oltre ai soliti infortuni. Il re della terra rossa ha iniziato vincendo in modo agevole due match con avversari di basso livello, poi ha sofferto con il baby Zverev, un futuro campione, prima di sconfiggere Monfils e Raonic. La semifinale con Dimitrov passerà alla storia di questo 2017, perché è stata splendida. Quasi cinque ore di battaglia (4h59’) e un tennis stellare, con un confronto di stili quasi unico. Rafa non molla evita di inciampare e porta a casa una vittoria splendida. Roger e Rafa sono di nuovo in finale in uno Slam, e soprattutto lo sono assieme. Non è un’illusione, è tutto vero. Il tennis, anzi il grande tennis è ancora loro. Roger e Rafa ancora insieme sono pronti a scrivere un’altra meravigliosa pagina di sport.