Nadal e Federer hanno dato forfait, e questo doppio forfait già rende storico il prossimo US Open. Non ha voluto rinunciare invece allo Slam americano Nole Djokovic che con un tweet ha fatto sapere che lui volerà oltreoceano e giocherà sia Cincinnati, dove si cimenterà anche nel torneo di doppio, che gli US Open, torneo in programma dal 31 agosto al 13 settembre.

Djokovic in campo a Cincinnati e agli US Open

Milioni di tifosi sparsi in tutto il mondo attendevano il tweet di Nole che ha scritto pochi minuti fa che giocherà sia il torneo di Cincinnati, che mantiene la denominazione ma si disputerà a New York, che soprattutto gli US Open, che da decenni è la quarta prova dello Slam, ma che quest’anno sarà cronologicamente la seconda. Queste le sue parole:

Sono felice di confermare che quest'anno parteciperò a Cincinnati e agli US Open. Non è stata una decisione facile, con tutti gli ostacoli che ho incontrato, ma il pensiero di tornare alle competizioni mi emoziona davvero.

Nole Djokovic ha avuto il Coronavirus

Inizialmente si era detto molto dubbioso, aveva fatto trapelare la volontà di rinunciare, ma alla fine Nole non ha seguito Nadal, Federer, Wawrinka, Fognini, Kyrgios e Tsonga, i dei big che hanno rinunciato ai tornei sul cemento americano. Djokovic, che è il numero uno del mondo e ha la possibilità di incrementare il suo vantaggio in classifica, nei mesi scorsi era stato al centro delle polemiche. Prima perché si era detto contrario all’obbligo di vaccinarsi per giocare i tornei di tennis, ed era stato tacciato di essere un no-vax, e poi erano finito nel mirino perché durante l’Adria Tour, da lui organizzato, una serie di tennisti hanno subito il contagio (inclusi Dimitrov e Coric, e l’ex Ivanisevic) e poi lo stesso Nole ha contratto il Covid, come la moglie Jelena.