Chi lo conosce bene, di certo non è rimasto sorpreso del suo exploit contro un big come Stanislav Wawrinka. Lorenzo Musetti è un predestinato del tennis italiano. Un talento cristallino che già da tempo ha conquistato le attenzioni di appassionati e addetti ai lavori, e che nella silenziosa notte romana è sbocciato sulla terra rossa del Foro Italico diventando il primo 2002 a vincere un match del circuito maggiore. Il futuro non può che essere suo.

Lorenzo Musetti, l'impresa contro Wawrinka del predestinato del tennis italiano

6/0, 7/6 ad un tennista esperto come Wawrinka, attuale numero 17 della classifica Atp (in passato è salito fino alla terza), capace in carriera di vincere tre Slam. Lorenzo Musetti, dopo aver superato le qualificazioni degli Internazionali d’Italia battendo il connazionale Zappieri (e altri due turni), si è presentato così nel primo tabellone principale di un torneo Masters 1000. La condizione fisica del suo avversario di certo non era ottimale, ma la prova del classe 2002, 249° giocatore al mondo, è stata impeccabile. Un mix di talento e consapevolezza dei propri mezzi, con un pizzico di sfrontatezza. Chi si aspettava di ammirare il rovescio ad una mano dello svizzero, è invece rimasto incantato da quello del talento italiano. Un colpo sempre più raro nel palcoscenico tennistico internazionale, che Musetti esegue in bello stile sulle orme dell'idolo Roger Federer.

Il tennis elegante di Musetti, giovane talento azzurro

Lorenzo Musetti, carrarese doc è allenato da Simone Tartarini che rappresenta per lui un vero e proprio punto di riferimento. Gioca un tennis propositivo ed "elegante", con colpi puliti e buone doti fisiche che gli permettono di trovarsi a suo agio su tutte le superfici. Quando è in giornata e in fiducia è capace di prestazioni perfette, anche se spesso e volentieri paga qualcosa in termini di esperienza. Un aspetto fisiologico e destinato ovviamente ad essere messo da parte con il tempo. La sua avventura con la racchetta è iniziata in giovanissima età, e ad oggi rappresenta insieme a Sinner il profilo più interessante del nostro movimento.

La carriera di Lorenzo Musetti e i successi a livello juniores

A livello giovanile Musetti ha già lasciato un segno importante nel tennis. È stato infatti il più giovane italiano a vincere uno Slam a livello juniores, conquistando gli Australian Open 2019 (è stato sconfitto in finale invece nell’edizione degli US Open Juniores del 2018). Le prime vittorie tra i professionisti sono arrivate a 16 anni, con il primo titolo arrivato il 20 ottobre del 2019 nel Futures di Adalia e con la vittoria nel primo match di un tabellone ATP nelle qualificazioni degli Australian Open lo scorso gennaio. Il suo rendimento in crescendo gli ha permesso di entrare nei primi 300 giocatori del mondo, e ora dopo l’esperienza romana (affronterà Nishikori), potrà fare un ulteriore salto in classifica. Finora ha vinto complessivamente in carriera circa 95mila dollari, ovvero 80mila euro.