Australian Open
19 Gennaio 2022
8:28

Berrettini tra il serio e il faceto: nuovo messaggio sulla telecamera, l’Imodium ha funzionato

Dopo la vittoria su Kozlov nel match del secondo turno degli Australian Open, nuova dedica di Matteo Berrettini sulla telecamera per fare il punto sulle sue condizioni.
A cura di Marco Beltrami
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Australian Open

Questa volta Matteo Berrettini ha dovuto vedersela solo contro il suo avversario. Il numero uno del tennis italiano, che nel match d'esordio contro Nakashima aveva dovuto lottare anche con un fastidioso mal di stomaco, ha infatti battuto in 4 set lo statunitense Kozlov nel secondo turno degli Australian Open. Un esame importante per la 7a testa di serie del tabellone, che ha dimostrato comunque di essere in crescita anche fisicamente e pronto dunque per la battaglia contro Carlos Alcaraz.

Ha concesso qualcosa di troppo solo nel secondo set Matteo che poi ha chiuso la pratica, portando a casa il terzo e il quarto parziale, e sbarazzandosi così della wild card di origini macedoni. Quali sono le condizioni del tennista capitolino? Se dal punto di vista atletico, la situazione è in netto miglioramento e i problemi fisici delle ATP Finals sono ormai un brutto ricordo anche quelli, di ben altro tipo, di pochi giorni fa sembrano accantonati. Berrettini ci aveva scherzato su al termine del match contro Nakashima, ringraziando nella classica dedica-saluto da scrivere sulla telecamera l'Imodium, ovvero il farmaco che gli aveva consentito di portare a termine la gara con successo.

Anche alla luce di questo c'era grande attesa per quello che l'azzurro avrebbe scritto al termine della partita contro Kozlov. E infatti le aspettative non sono state tradite da Berrettini, che ha scritto un messaggio anche scherzoso: "Oggi tutto bene!". Un modo dunque per sottolineare tra il serio e il faceto che il peggio è passato, e il giocatore non ha avuto alcun problema che lo ha spinto a fare ricorso ad un aiuto extra.

E Berrettini ora dovrà essere davvero al top fisicamente per il match del terzo turno contro un atleta come Carlos Alcaraz. Una sfida molto difficile, contro uno dei giocatori più in forma del momento, che sta bruciando le tappe. Matteo avrà uno stimolo in più nel volersi prendere la rivincita dopo la sconfitta nel torneo di Vienna della scorsa stagione. D'altronde sembra essere questo l'ostacolo più duro da qui alla semifinale, almeno sulla carta.

110 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni