Straordinario Roland Fischnaller. Lo snowboarder azzurro ha vinto la sua sesta medaglia mondiale e nella rassegna iridata a Rogla, in Slovenia, si è preso l’argento nello Slalom Gigante Parallelo maschile. Solo Dmitry Loginov, il favorito della vigilia, è riuscito a strappargli l'oro: russo lo ha preceduto di un centesimo. Per Loginov è il terzo titolo iridato consecutivo dopo la doppietta di due anni fa negli Stati Uniti a soli 21 anni. La medaglia di bronzo è andato all'altro russo, Andrey Sobolev, che ha vinto la small final contro Kim. Gli altri atleti azzurri si sono fermati molto prima: ai quarti Aaron March è stato eliminato proprio da campione del mondo mentre Edwin Coratti e Mirko Felicetti si sono fermati agli ottavi.

Fischnaller è stato protagonista assoluto della giornata e ha davvero fatto sudare Loginov per ottenere la vittoria: il 40enne altoatesino ha centrato l’argento ai Mondiali di Rogla nel PGS sfiorando il suo primo titolo nella specialità. Come detto, per il capitano della squadra tricolore sono sei medaglie iridate: questa è la terza nel gigante parallelo dopo l’argento del 2013 ed il bronzo del 2011. Nel percorso verso la finale dello snowboarder azzurro ci sono stati gli scontri con l’austriaco Payer negli ottavo, successo col brivido; il quarto di finale con Galmarini e la semifinale stravinta contro il coreano Kim. Roland Fischnaller è sempre più "Immortale" e continua a riempire le pagine del libro dello snowboard italiano, e non ha nessuna intenzione di smettere.

La competizione femminile ha visto trionfare Selina Joerg, che ha così confermato il titolo mondiale di Park City 2019: la tedesca ha battuta la fortissima classe 2003 russa Sofia Nadyrshina. Bronzo per Julia Dujmovits, rientrata da poche settimane dopo quasi tre anni di stop è stata capace di conquistare il podio ai danni della connazionale Claudia Riegler. Fuori in qualificazione l'unica Nadya Ochner, unica atleta italiana ai nastri di partenza e che ha concluso la gara 18esima.