Kinsey Wolanski l'ha rifatto. La modella diventata famosa in tutto il mondo per l'invasione di campo durante la finale di Champions League della passata stagione, tra Liverpool e Tottenham, è tornata a rubare la scena a modo suo: irrompendo sul più bello nel bel mezzo di una manifestazione sportiva. L'ha fatto in un contesto completamente diverso rispetto a quello che l'aveva resa celebre: a Schladming, teatro della gara di slalom della Coppa del Mondo di sci alpino.

Al termine della discesa dell'atleta italiano Alex Vinatzer, Kinsey si è palesata (in costume) sulla linea d'arrivo praticamente in contemporanea con lo sciatore, reggendo un cartello dedicato a Kobe Bryant: "RIP Kobe". Stavolta la sua comparsata ha anche avuto un effetto (momentaneo) sulla competizione in corso: la modella ha oltrepassato la linea qualche istante prima rispetto a Vinatzer, aiutando così lo sciatore italiano a segnare il miglior tempo parziale. Alex ha esultato a lungo prima che venisse ripristinato il tempo effettivo, chiaramente più alto rispetto al primo che era stato segnalato (di circa sette decimi, scarto che gli è valso il terzo posto parziale e il sesto nella classifica finale).

Chi è Kinsey Wolanski

Kinsey Wolanski è una modella diventata molto celebre su Instagram in seguito all'invasione di campo di cui fu protagonista nel primo tempo della finale di Champions League Liverpool-Tottenham lo scorso anno. Il suo account Instagram è seguito da oltre tre milioni di persone ed è diventato fonte di un vero business per lei. La scorsa estate provò a bissare la sua invasione di campo anche in Copa America, durante la finale tra Brasile e Perù, ma in quella occasione senza fortuna: l'intervento del personale di sicurezza fu immediato e Kinsey, insieme al compagno, finì la serata in una prigione brasiliana.