Gli scarponi da montagna sono un accessorio che non può mancare nell'armadio di chi ama il trekking, le gite sotto la neve, andare a caccia o raccogliere i funghi. È bene essere certi di muoversi in totale sicurezza: avere i giusti scarponi da montagna ai piedi può fare la differenza. Bisogna assicurarsi di essere protetti dall'acqua, dai sassi e dal fango, ma anche che le caviglie e le piante dei piedi siano stabili e al caldo.

In base al tipo di percorso che si deve affrontare, deve essere scelta una specifica tipologia di scarpe da trekking; la distinzione viene fatta in classi che vanno dalla A alla D2  ed in sottoclassi (1,2 e 3): i modelli A1 sono i più leggere mentre i modelli D2 sono scarponi per professionisti. Le differenze riguardano il peso della scarpa, l'impermeabilità, il livello di stabilità e il grado di protezione.

Cercando gli scarponi da montagna su Amazon se ne trovato di tutti i tipi, di tutti i colori, di tutti i materiali, pensate per lei, per lui e per i più piccoli. Tra i materiali più apprezzati per questo tipo di scarpe c'è il goretex, un materiale innovativo, che porta con sé numerosi vantaggi, ma non solo.

In questa guida cercheremo da capire quali tipologie di scarpe da montagna si possono trovare in vendita e quali sono gli aspetti da tenere in considerazione al momento dell'acquisto.

I 10 migliori scarponi da montagna

Dopo aver capito come distinguere i tipi di scarponi da montagna, è il momento vedere quali sono i migliori modelli in vendita in questo momento. Qui di seguito sono elencati i 10 scarponi da montagna più richiesti dagli utenti, con le migliori recensioni e con il miglior rapporto qualità/prezzo.

1. Salomon Speedcross 4

Le scarpe da montagna Salomon Speedcross 4 sono adatte agli uomini che voglio praticare la corsa attraverso sentieri di montagna o in un bosco. Il rivestimento esterno è realizzato in pelle sintetica, la gomma è in gomma. La chiusura è regolata da uno strappo, che mantiene ferma la linguetta. Sono disponibili in colore nero con dettagli in giallo.

Pro: gli utenti consigliano queste scarpe sia per le escursioni in montagna che per quelle lungo sentieri pianeggianti. La struttura di qualità ne assicura la durata nel tempo.

Contro: chi ha già acquistato queste scarpe ritiene che sia necessario acquistarle di una taglia più grande di quella standard.

2. La Sportiva Akyra

La Sportiva Akyra propone questi scarponi da montagna da uomo. Il rivestimento esterno è realizzato con materiale sintetico e la chiusura si regola tramite i lacci. La suola, stando all'esperienza di chi li ha già provati, ha un ottimo grip, ma al tempo stesso non appesantisce la camminata, neanche quando si battono sentieri impervi. Sono disponibili in sei colori differenti.

Pro: queste scarpe sono consigliate da chi è amante di escursioni, poiché hanno una buona presa sul terreno e possono essere utilizzate anche con la neve.

Contro: fino a questo momento, nessuno tra coloro che hanno già utilizzato queste scarpe ne ha sottolineato difetti.

3. Mil-Tec Tactical Side Zip

Mil-Tec propone degli scarponcini da montagna a stivaletto di colore marrone, con dettaglio in fantasia militare. L'esterno è realizzato in poliestere e l'interno in pelle, per mantenere i piedi asciutti e caldi. La suola è in gomma, con tacco a blocco. Per la chiusura sono presenti i lacci, che mantengono ben salda la linguetta, ma anche una cerniera laterale, per sfilarli con maggiore facilità.

Pro: questi stivaletti calzano perfettamente anche con delle calze doppie e spesse, da utilizzare in montagna.

Contro: questi scarponcini sono perfetti per un uso quotidiano su strade comode, non particolarmente scoscese.

4. Salewa

Gli stivali da escursionismo Salewa Ms Mtn Trainer Mid GTX avvolgono il piede fin sopra la caviglia. Sono interamente realizzati in pelle, sia internamente che esternamente. La suola aderisce perfettamente al terreno e non è completamente piatta. La linguetta viene mantenuta ferma dai lacci ed è disponibile nella variante rossa e in quella verde.

Pro: questi stivaletti hanno una buona vestibilità e sono leggeri, non intralciano le camminate, nemmeno in salita o con degli ostacoli.

Contro: alcuni utenti non hanno trovato comode le solette originali, che però possono essere rimosse e sostituite con quelle che si preferiscono.

5. Grisport Wolf

Gli stivali da trekkingGrisport Wolf sono disponibili in colore nero e sono realizzati in pelle sia dentro che fuori. La chiusura è affidata ai lacci. La suola garantisce un ottimo grip su qualsiasi tipo terreno e anche sulla neve e la gomma è protetta da una patina oleosa. Il piede rimane asciutto e pulito, l'interno della scarpa non si riempie di cattivi odori.

Pro: questo prodotto ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. Si tratta di stivali validi anche quando c'è molta umidità o piove, perché riesco a mantenere il piede effettivamente asciutto.

Contro: sebbene siano ideali con qualsiasi condizione atmosfera, se ne sconsiglia l'utilizzo quando si devono affrontare percorsi particolarmente difficili.

6. Neoker

Le scarpe da trekking di Neoker sono calzabili dagli uomini, dalle donne e dai bambini, perché sono disponibili nei numeri dal 36 al 48. Sono perfette per le escursioni, per le arrampicate e per le gite sulla neve. La suola è in gomma con rialzo di 3 centimetri. Per assicurarle ai piedi sono presenti dei lacci. Sono disponibili in base verde, blu, nera o grigia.

Pro: oltre ad essere impermeabili, queste scarpe hanno un rivestimento interno molto morbido, che previene la formazione di calli, vesciche e ferite.

Contro: se si ritiene che i lacci siano troppi lunghi e, per questo, difficili da gestire, è possibile accorciarli o sostituirli.

7. Riemot

Gli scarponi da montagna di Riemot sono alti fino alle caviglie e possono essere calzati da uomini, donne e bambini. Il rivestimento esterno è impermeabile, leggero e traspirante. Possono essere utilizzati per le escursioni, per le passeggiate o per le arrampicate. La suola è in gomma e rialzata sui talloni di 4 centimetri, con tacco a rocchetto. La chiusura è stringata.

Pro: il rivestimento esterno è pensato e realizzato per utilizzare queste scarpe anche sulla neve o quando piove molto.

Contro: i lacci sono retti da ganci che possono dare fastidio se non tirati a dovere.

8. CMP Rigel Mid

CMP Rigel Mid propone questo paio di scarpe da trekking che avvolgono il piede fino alla caviglia. Dati i materiali con cui sono realizzate e l'impermeabilità del rivestimento esterno, possono essere utilizzate quando piove o per le passeggiate in montagna. Sono stabili e leggere, non causano dolore neanche se indossate per molte ore. La suola è realizzata in gomma e ha un buon grip sul terreno.

Pro: queste scarpe sono di ottima qualità, ma sono comunque acquistabili ad un prezzo competitivo e alla portata di tutti.

Contro: alcuni utenti consigliano di rivestire la gomma con dell'olio protettivo, per evitare che si consumi troppo velocemente.

9. Wowei

Gli scarponi da montagna di Wowei sono ideali per l'escursionismo, l'arrampicata e per praticare qualsiasi tipologia di sport all'aria aperta. Perfette sia per gli uomini che per le donne, sono traspiranti, comode e realizzate esternamente in pratico tessuto sintetico, mentre la suola è in gomma elastica ultra-resistente che favorisce la camminata.

Pro: questi scarponi possono essere indossati per più ore consecutive senza causare alcun dolore e hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Contro: gli utenti consigliano di utilizzare queste scarpe su suoli asciutti, per avere maggiore aderenza.

10. Ziitop Outdoor

Le scarpe da trekking di Ziitop sono pensate per le escursioni e realizzate per gli uomini. Sono alti abbastanza per avvolgere anche le caviglie. Il rivestimento esterno è traspirante e impermeabile, mantiene il piede sempre caldo e asciutto. La suola è in gomma e ha un ottimo grip sul terreno. La chiusura è stringata. Sono disponibili in colore grigio.

Pro: queste scarpe sono pensate per praticare trekking di difficoltà media e il rivestimento interno è morbido e permette di camminare per molte ore.

Contro: per maggiore comodità, è consigliato acquistarle di un numero più grande di quello a cui si è abituati.

Come si usano gli scarponi da montagna?

Gli scarponi da montagna devono calzare comodamente, non devono essere né troppo larghi né troppo stretti: la chiusura deve essere regolata in maniera adeguata; i lacci sono la soluzione ideale, ma bisogna assicurarsi che non siano troppo lunghi, perché potrebbero intralciare la camminata.

Inoltre, bisogna scegliere il numero più giusto, ovvero quello che permette di muoversi con agilità anche se si indossano calzettoni pesanti.

Dopo averli utilizzati per tanto tempo, è bene far controllare la suola e, se necessario, comprarne di nuovi, per evitare che perdano la loro aderenza al terreno.

Come sono fatti gli scarponi da trekking?

Ogni parte degli scarponi da trekking è pensata e realizzata per garantire comfort e sicurezza. La suola deve essere antiscivolo e dura. La linguetta deve essere completamente tirata verso l'alto ed essere ben stretta dai lacci. I lacci sono importanti perché contribuiscono fortemente alla sicurezza delle camminate. Quando si fa escursionismo, quindi, è bene averne sempre un paio di scorta dietro. La fodera interna delle scarpe deve essere imbottita in gommapiuma o schiuma, soprattutto all'altezza delle caviglie, per proteggere dal caldo e da eventuali cadute. La soletta deve essere anatomica e ben salda.

Gore-tex, il materiale innovativo e traspirante

Le scarpe da trekking o da alpinismo possono essere realizzate con i materiali più disparati; quello più diffuso, però, è sicuramente il gore-tex.

Si tratta di un materiale sintetico innovativo, realizzato con nuove tecnologie. Si compone di tanti piccoli fori, grazie ai quali il piede traspira e non suda, ma al tempo stesso l'acqua non entra nella scarpa.

Insomma, questo materiale funge da isolante e le scarpe con le quali è realizzato non devono essere abbinate a delle calze che trattengono il sudore.

Come scegliere i migliori scarponi da montagna

Scegliere un paio di scarponi da montagna non è cosa da poco. Ogni esperienza deve essere vissuta con la giusta attrezzatura e ha esigenze diverse. Oltre agli aspetti che sono stati già indagati, per scegliere il miglior paio di scarponi da montagna, bisogna considerare il comfort, il differenziale e il peso.

Comfort

Le scarpe da trekking devono essere comode. Questo implica che bisogna dare importanza all'imbottitura; le caviglie devono essere stabili, ma non bloccate, per evitare dolori e ferite dopo lunghe camminate.

Peso

Non tutte le scarpe da montagna sono leggere, tutto dipende dalla loro classe di appartenenza. Se il percorso che si deve affrontare è lungo e non necessita di un equipaggiamento particolare, è meglio scegliere un modello leggero. In alternativa, si può optare per un modello in cui gli accessori sono fissi, in modo tale da poter adeguare le scarpe alla situazione.

Suola e tomaia

La qualità e le prestazioni di suola e tomaia sono fondamentali nella scelta degli scarponi da montagna. La suola deve essere antiscivolo per garantire la massima aderenza anche su terreni sconnessi, umidi o bagnati. Inoltre deve essere dura e abbastanza spessa per far si che non si consumi velocemente.
Dalla tomaia, invece, dipende il grado di protezione della scarpa. Deve essere morbida per seguire il piede nei movimenti e per evitare la comparsa di bolle o vesciche. Fondamentale che sia impermeabile e traspirante.

Differenziale

Tra gli aspetti da tenere in considerazione a c'è anche il differenziale, conosciuto con il nome di drop. Si tratta della differenza di altezza tra la parte anteriore e quella posteriore della scarpa. Le scarpe che vengono utilizzate durante le escursioni non possono essere piatte, altrimenti la trazione ne risentirebbe. È bene acquistare un paio di scarpe con la suola un po' più alta nella zona del tallone.

Scarponi alti o bassi?

La scelta di scarponi alti o scarpe basse dipende dalle attività svolte a dalle proprie preferenze. Gli scarponi alti riescono ad avvolgere la caviglia, dandole maggiore stabilità e limitando le possibili distorsioni. Le scarpe basse, invece, garantiscono una minore protezione della caviglia ma una maggiore libertà di movimenti.

Classificazione degli scarponi da montagna

Come già detto, gli scarponi da montagna si suddividono in diverse classi che li differenziano per caratteristiche tecniche. Questa classificazione ci è molto utile per orientarci e capire meglio quale tipologia di scarponi da montagna sono più adatti alle proprie esigenze. La classificazione divide gli scarponi in classi principali, A, B, C e D ed in sottoclassi, 1, 2, e 3:

  • scarponi di classe A sono i più adatti agli escursionisti. Molto simili ad una classica scarpa sportiva, hanno però una suola capace di garantire maggiore protezione Sono le scarpe ideali per il trekking leggero e escursioni;
  • gli scarponi da montagna di classe B sono adatte a percorsi di montagna non troppo impegnativi. Sono alti fino alla caviglia con una tomaia leggera ed una suola non totalmente rigida;
  • rientrano nella classe C gli scarponi da montagna più complessi, adatti a qualsiasi attività di trekking ed hanno una struttura rinforzata. Sono impermeabili e realizzati per lo più in goretex;
  • quelli della classe D, infine, sono scarponi tecnici da montagna con caratteristiche tecniche molto alte. Garantiscono una protezione totale del piede anche alle condizioni più estreme, ideali per i percorsi più impegnativi e per gli esperti.

Le sottoclassi 1, 2 e 3 indicano, all'interno di ogni singola classe, una complessità crescente dello scarpone da montagna. Ad esempio, un modello A1 sarà un modello molto di base come anche il modello A3 solo che quest'ultimo avrà una complessità maggiore rispetto all'A1 ma inferiore rispetto al B1 e così via.