Tutti conoscono gli skateboard, le tavole su ruote che hanno dato vita a un vero e proprio sport ancora oggi in voga. Nate negli Stati Uniti a cavallo tra anni quaranta e cinquanta come tavole da surf pensate per surfare su asfalto e marciapiedi, in pochi anni sono passate da hobby amatoriale a vero e proprio fenomeno di massa che si è differenziato in numerose tipologie. Sapere cos'è uno skateboard non basta però per sapere quale eventualmente acquistare per avvicinarsi a questa pratica. Proprio il fiorire e lo svilupparsi negli anni di diverse categorie di skateboard ha infatti reso più difficile l'acquisto di una tavola da parte dei principianti.

Alcuni modelli di skateboard del resto sono più adatti agli spostamenti veloci, mentre altri sono fatti per il freestyle, l'esecuzione di acrobazie e trucchi di abilità, e acquistare il modello sbagliato può spegnere sul nascere una passione altrimenti potenzialmente sincera e duratura. Lo scenario è complicato dal fatto che anche all'interno di una determinata categoria di skateboard non mancano le differenze, anzi. Esistono diverse caratteristiche, tutte molto importanti, che differenziano le tavole di uno stesso tipo: dai cuscinetti — divisi secondo il sistema di classificazione ABEC — ai materiali che costituiscono tavola e ruote, e molto altro.

Tipologie di skateboard

La distinzione fondamentale da conoscere per capire quale skateboard è il migliore per le proprie esigenze è quella tra skateboard classici, cruiser e longboard, e tra skateboard a spinta e skateboard elettrici: ogni categoria ha infatti peculiarità, punti di forza e talloni d'Achille.

Skateboard classico

Il best seller odierno degli skateboard è quello che viene definito classico. È la tipologia più rappresentata nella cultura popolare ed è quella più adatta per il freestyle — l'esecuzione di esercizi di abilità e destrezza sulla tavola. La tavola è rigida e di dimensioni medie, realizzata e sagomata in modo da garantire un'ottima aderenza per i piedi che dovranno manovrarla nel corso di salti e impennate. Le ruote sono piccole e dalla mescola più dura per poter restituire immediatamente una risposta alle sollecitazioni impartite dal proprietario. Proprio per resistere a queste sollecitazioni, le meccaniche sono più robuste del normale.

Cruiser

Sono gli skateboard realizzati per circolare in città, che si tratti dell'asfalto da carreggiata, dei marciapiedi, delle piste ciclabili o delle mattonelle. Comodi e veloci, dispongono generalmente di una tavola piccola e sottile, nonché di ruote più grandi e dalla mescola più morbida, fatte apposta per resistere a eventuali piccole buche e imperfezioni del suolo. Le dimensioni compatte inoltre lo rendono relativamente semplice da trasportare nello zaino o sottobraccio, nei tratti da percorrere necessariamente a piedi.

Longboard

La forma primordiale dello skateboard. Più lungo e pesante rispetto alle altre tipologie (fatta eccezione per gli skateboard elettrici, che però incorporano un vano batterie), anche questi modelli sono pensati per la strada ma permettono generalmente di raggiungere velocità più elevate. Il merito è della stabilità conferita ai longboard da una struttura più ingombrante e rigida, da meccaniche più grandi e da ruote morbide e aderenti all'asfalto. Di contro, le stesse caratteristiche la rendono la tavola meno indicata per il freestyle.

Skateboard elettrico

Si tratta di una categoria a parte — dedicata prevalentemente a chi desidera un mezzo di trasporto agile da utilizzare e facile da trasportare — che come i longboard poco ha a che vedere con l'esecuzione di trucchi ed esercizi. È caratterizzato dalla presenza di motori e batterie che rendono superflua la spinta del piede ma al contempo fanno della tavola uno strumento pesante anche svariati chili, impossibile da sollevare da terra con la sola spinta del piede. Le componenti elettriche inoltre rendono il dispositivo più fragile del normale: molto comodo per gli spostamenti, ma lontano dalla filosofia di utilizo delle altre tipologie.

I migliori skateboard per principianti

L'offerta di skateboard online in ogni caso è sterminata, e chi è alle prime armi ha bisogno di prodotti particolare, facili da manovrare e coi quali sia possibile prendere dimestichezza in modo più semplice. Ecco i migliori disponibili nei negozi digitali.

Element Seal Pre-Built Complete

Lo skateboard Element è un prodotto di tipo classico adatto ai principianti ma anche a chi abbia già un po' di dimestichezza con il mezzo. È basato su una tavola in legno d'acero a 7 strati e su ruote da 52 millimetri di diametro. Pensato per l'utilizzo in ambito freestyle, dà il meglio in appositi skate park dove le ruote possono scorrere senza temere ostacoli né irregolarità del terreno. La tavola misura 26 centimetri di lunghezza, e insieme alla struttura in alluminio può reggere fino a 110 chilogrammi di peso.

Globe Goodstock

Lo skateboard Goodstock di Globe è realizzato in legno d'acero a 7 strati pressati in resina e dotato di ruote da 52 millimetri di diametro con cuscinetti ABEC 7. Le misure sono di 16 centimetri di larghezza per 14 di altezza e 20,5 di lunghezza. Lo stile è essenziale: disponibile in nero, rosso, beige e bianco lo skateboard vanta solamente il logo globe sulla superficie inferiore della tavola.

Gonex Skateboard Mini Cruiser

Come fa intuire il nome, lo skateboard Mini Cruiser di Gonex appartiene alla categoria dei cruiser ed è pensato per essere facilmente manovrabile nelle strade cittadine da bambini e ragazzi, principianti o esperti. La tavola è in polipropilene e regge un peso massimo di 90 chili, mentre le ruote hanno un diametro da 60 millimetri con rivestimento in poliuretano e cuscinetti ABEC 7. Grazie alle dimensioni di 56 centimetri per 12 si può trasportare facilmente a mano o infilare nello zaino.

Ridge Big Brother Cruiser Skateboard

Lo skateboard Big Brother di Ridge è un mini cruiser prodotto nel Regno Unito, con una tavola in poliuretano resistente ma dotata della giusta flessibilità. Le misure sono leggermente maggiori rispetto alle comuni tavole di questo tipo: si tratta di 69 centimetri di lunghezza per 19 di larghezza, per una superficie più ampia particolarmente adatta ai principianti. Le ruote in gomma sono in poliuretano, hanno un diametro di 59 millimetri e scorrono grazie a cuscinetti ABEC 7.

Hudora Longboard Cardiff Reef

Lo skateboard Cardiff Reef di Hudora è una longboard pergetta per raggiungere alte velocità in contesti urbani. La robusta tavola in legno a 5 strati è coperta da una superficie antiscivolo che permette ai piedi di rimanere saldi sulla tavola resistendo ad accelerazioni e forza centrifuga. Le ruote in poliuretano da 65 millimetri di diametro scorrono grazie a cuscinetti ABEC 7, mentre come per tutte le longboard, le dimensioni dello skateboard non sono esattamente contenute.L a tavola misura infatti 24,8 centimetri in larghezza per 101,6 in lunghezza e non è particolarmente agevole da trasportare a mano o in uno zaino.

Nilox Doc Plus

Lo skateboard elettrico Nilox ospita sotto alla tavola in plastica una batteria ricaricabile agli ioni di litio che aziona un motore elettrico capace di muovere le ruote a una velocità massima di 12 chilometri orari senza bisogno di utilizzare i piedi per darsi la spinta. Per controllare il motore si utilizza un telecomando apposito; l'autonomia massima è di 25 chilometri in piano, mentre per il trasporto basta utilizzare la pratica maniglia intagliata nella tavola. L'unico problema è il peso: lo skateboard, che misura 76 centimetri di lunghezza per 23 di larghezza, a causa della batteria è un fardello da ben 6 chili.

OldFe Skateboard Professioanle

Lo skateboard OldFe è una mountainboard: uno skateboard attrezzato per il fuoristrada e per gli asfalti più accidentati. Le grandi ruote da 20 centimetri in poliuretano con cuscinetti ABEC 9 e ammortizzatore consentono di sfrecciare anche sulle superfici irregolari, mentre la tavola in legno d'acero a 9 strati da 99 centimetri per 24 è capace di supportare ben 200 chili di peso. Sulla superficie sono presenti due allacci per i piedi che permettono di mantenere la tavola sempre sotto controllo anche durante i salti e le sterzate brusche.

Come scegliere il migliore skateboard

Per chi desidera scegliere personalmente il proprio modello prediletto vale la pena prendere in considerazione alcuni aspetti delle tavole che si andranno ad esaminare. La qualità dei cuscinetti, i materiali impiegati, la portata, la lunghezza, i parametri delle ruote e la grafica sono le caratteristiche che non dovrebbero mai passare in secondo piano nella scelta di uno skateboard.

Cuscinetti

Una delle componenti più importanti di un buono skateboard sono i cuscinetti. Si posizionano all'interno della ruota e sono loro che finiscono direttamente a contatto con i terminali presenti su ciascun asse dello skateboard, determinando in sostanza quanto sia facile far scorrere l'intera tavola su una superficie esercitando una spinta. Per ottenere i migliori occorre cercare quelli con un valore ABEC certificato, che si riferisce alla precisione con la quale il meccanismo è stato realizzato: a valori più alti corrispondono cuscinetti più sofisticati e dunque migliori, ma anche più costosi.

Materiali

La maggior parte delle tavole è realizzata in legno o in materiali plastici. Ciascun legno o miscela sintetica offre particolare grado di robustezza e flessibilità alla tavola, motivo per cui gli skater con abbastanza esperienza durante la scelta prestano attenzione a distinguere tra betulla, faggio, acero, mogano e molte altre varietà. Per i principianti il valore da tenere in considerazione è il numero di strati di legno sovrapposti, affinché conferisca alla tavola la sufficiente robustezza.

Portata

Come per tutti i mezzi di trasporto, anche gli skateboard hanno una portata massima espressa in chili, che determina il peso che la tavola e le sue componenti possono reggere. Il valore cambia a seconda della tipologia di prodotto e dei materiali impiegati per la tavola e le meccaniche, ma è sempre espresso dal produttore. Per evitare rotture o addirittura incidenti è fondamentale scegliere uno skateboard capace di reggere almeno una decina di chili oltre il proprio peso.

Lunghezza

I valori da tenere in considerazione in questo caso sono sia la lunghezza che la larghezza della tavola, seguendo un principio semplice: le tavole più ampie sono più stabili sul terreno ma anche più pesanti, mentre al diminuire della taglia aumenta l'abilità richiesta per rimanervi in equilibrio. Per questo le dimensioni sono uno degli aspetti che caratterizza le diverse tipologie di skateboard, ma anche all'interno di una medesima categoria è possibile trovare la tavola delle dimensioni giuste per le proprie esigenze.

Ruote

Per quel che riguarda le ruote di uno skateboard, occorre controllare il diametro e la durezza. Ruote più piccole rendono lo skateboard più vicino al suolo e dunque più manovrabile per salti e trucchi, ma al contempo meno adatto ai terreni accidentati; ruote più grandi del resto girano più velocemente e sono più adatte all'utilizzo in rampa. Ruote più morbide aderiscono meglio al terreno ma danno problemi a raggiungere velocità elevate, mentre ruote più dure influsicono positivamente sulla velocità ma hanno un impatto negativo sulla manovrabilità.

Grafica

L'ultimo aspetto è puramente soggettivo ma non va sottovalutato. Alcune tavole sono essenziali e quasi anonime, mentre altre sembrano progettate con lo scopo di farsi notare a chilometri di distanza. Nel mezzo risiede una vasta gamma di sfumature di prodotti decorati nei modi più vari — dalle tipografie alle geometrie passando per veri e propri lavori artistici: la tavola ideale deve rispecchiare la propria personalità.