Paralimpiadi
2 Settembre 2021
10:52

Italia show nel nuoto alle Paralimpiadi: da Barlaam a Trimi gli azzurri si prendono 6 medaglie

L’Italia conquista sei medaglie nel nuoto. Prima l’argento di Antonio Fantin, Simone Barlaam, Stefano Raimondi e Arjola Trimi (quest’ultima anche record del mondo) che conquistano il secondo posto prima del bronzo di Francesco Bettella e Luigi Beggiato che fanno volare gli azzurri nel medagliere. L’Italia in questo momento è arrivata a raggiungere quota 57 medaglie in queste Paralimpiadi.
A cura di Fabrizio Rinelli
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Paralimpiadi

L'Italia del nuoto si è letteralmente superata oggi alle Paralimpiadi. Gli azzurri hanno conquistato ben 6 medaglie (4 argenti e 2 bronzi). Grande soddisfazione per i successi raggiunti da Simone Barlaam, Stefano Raimondi e Arjola Trimi che hanno vinto la medaglia d'argento. Bronzo invece per Francesco Bettella e Luigi Beggiato. Barlaam ha trionfato nei 100 farfalla S9. Raimondi invece, è stato l'unico che è riuscito a chiudere sotto il minuto con un tempo di 59.36 conquistando questo successo nei 100 metri dorso S10. Bettella ha invece trionfato con il bronzo nei 50 dorso S1. Stessa medaglia anche per Beggiato nei 50 stile libero S4. Trionfo assoluto invece per Arjola Trimi che invece ha vinto l'argento nei 50 stile libero S4 con il nuovo record del mondo (40.32).

A questo punto l'Italia si trova a quota 57 medaglie alle Paralimpiadi centrando un traguardo davvero stratosferico. Una giornata a dir poco fantastica per gli azzurri nel nuoto dato che a inizio giornata anche Antonio Fantin (quarta medaglia personale per lui) con il tempo di 4’55″70 è arrivato secondo nella gara dei 400 stile libero (categoria S6).

Oltre a Fantin e al record del mondo di Arjola Trimi, è stata favolosa anche la gara di Barlaam che deve arrendersi solo all'australiano William Martin che si prende l'oro. L'unica delusione azzurra invece è per Federico Morlacchi che chiude le proprie Paralimpiadi con un quarto posto amaro, che non gli permette di centrare il podio paralimpico.

Grande performance dunque per l'Italia. Grande gara anche per Stefano Raimondi che ha gareggiato ancora una volta con un ritmo mostruoso arrivando a poco più di due secondi dall'ucraino Krypak che vince la medaglia d'oro. Al termine della gara valida per i 100 metri dorso S10, Raimondi ha raccontato ai microfoni Rai la sua soddisfazione per questo incredibile traguardo:

"È stata veramente dura oggi, avrei voluto stare con Maxim il più possibile, ma fin dalla partenza è scappato via – ha spiegato al termine della gara – Quindi ho controllato il più possibile, cercando di fare meno fatica possibile, ma l’ultimo 25 è stato veramente duro duro”.

Al terzo posto ha invece chiuso il francese Marais, che ha strappato il bronzo all’altro azzurro Riccardo Menciotti che non è riuscito nell'impresa di salire sul podio e conquistare un bronzo che sarebbe stato la ciliegina sulla torta in una giornata a dir poco fantastica per l'Italia che alle Paralimpiadi sta facendo il pieno di medaglie.

49 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni