Un risultato storico per l'Italia dello sport. La nostra rappresentativa ha vinto per la prima volta i Campionati mondiali di nuoto paralimpico, andati in scena a Londra. Una vittoria eccezionale per i portacolori azzurri che hanno chiuso la rassegna iridata con 50 medaglie, di cui ben 20 d'oro, superando Russia, Gran Bretagna, Ucraina, Cina e Stati Uniti. Decisiva per l'Italia l'ultima giornata di gare in cui sono arrivate 5 medaglie d'oro, un argento e un bronzo.

https://www.facebook.com/FederazioneItalianaNuotoParalimpico
in foto: https://www.facebook.com/FederazioneItalianaNuotoParalimpico

Italia campione del mondo ai Mondiali di nuoto paralimpico

Si sono appena conclusi a Londra i Mondiali di nuoto paralimpico (kermesse riservata ad atleti con disabilità fisiche). L'Italia ha ottenuto un risultato eccezionale, andando oltre ogni più rosea aspettativa: la nostra nazionale ha chiuso il torneo iridato al primo posto nel medagliere, davanti a Russia, Gran Bretagna, Ucraina, Cina e Stati Uniti. In totale gli atleti italiani hanno portato a casa 50 medaglie, di cui 20 d'oro, 18 d'argento e 12 di bronzo. Un successo al fotofinish per l'Italia del nuoto paralimpico che nell'ultimo giorno di competizioni si è presa la vetta con 5 medaglie d'oro, un argento e un bronzo. Si tratta della prima vittoria mondiale per l'Italia.

Ultima giornata da record per l'Italia ai Mondiali di nuoto paralimpico, super Barlaam

Ultima giornata di gare nelle piscine londinesi eccezionale per l'Italia. Il primo oro è arrivato da Efrem Morelli, che a 40 anni ha vinto la la finale mondiale dei 100 rana categoria Sb3, siglando anche il record del mondo. A seguire poi ecco il successo di Carlotta Gilli nei 50 metri stile categoria s13 (atleti con difficoltà visive). Scatenato Simone Barlaam che ha vinto l'oro nella finale dei 50 stile libero, categoria S9, migliorando il suo record mondiale, abbassato a  24”00. Per l'atleta lombardo, è il quinto titolo mondiale in questi campionati e il quarto record del mondo battuto.

Pioggia di medaglie per gli azzurri. Gli altri due ori sono arrivati grazie a Francesco Bocciardo nella nella finale dei 100 metri stile libero, categoria S5 (battuto il campionissimo Daniel Dias) e alla staffetta maschile dei 4×100 Stile Libero formata da Stefano Raimondi, Antonio Fantin, Federico Morlacchi e Simone Barlaam. Anche per loro record mondiale. Bronzo per Simone Ciulli nella finale dei 50 stile libero S9 e argento per Arianna Talamona nella finale femminile dei 100 stile S5