147 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Una rarissima Lamborghini trovata abbandonata in un mercato bestiame: i ladri non sapevano che farne

La polizia inglese ha durante un’ispezione all’interno di un vecchio mercato del bestiame abbandonato hanno trovato una rarissima Lamborghini Diablo 6.0 VT, dalla storia molto particolare, che era stata rubata e data ormai per scomparsa. I ladri probabilmente non avevano capito il tesoro che avevano nelle mani.
A cura di Michele Mazzeo
147 CONDIVISIONI
Immagine

Ispezionando un vecchio mercato del bestiame abbandonato gli uomini della polizia inglese si sono ritrovati di fronte una sorpresa. All'interno di un capannone c'era infatti un rarissima Lamborghini Lamborghini Diablo 6.0 VT (prodotta in 337 esemplari) di colore giallo di cui si erano perse le tracce da quasi tre anni. Si tratta difatti di uno dei dodici esemplari della terza serie dell'iconica supercar della casa del Toro con la postazione di guida sul lato destro.

Nel momento in cui è stata ritrovata dalla polizia nel capannone abbandonato ad Avon and Somerset , una cittadina costiera situata nel sud della Gran Bretagna, alla vettura mancavano diversi pezzi (portiere, fari e altre componenti) ma c'era ancora la particolare targa "Y3low" (che sta per yellow, cioè il colore giallo in inglese). Quest'ultimo dettaglio ha permesso ai poliziotti di risalire immediatamente al proprietario mettendo così fine a quello che era divenuto un vero e proprio mistero per gli appassionati di auto di lusso britannici.

Immagine

La storia della Lamborghini Diablo 6.0 VT scomparsa inizia infatti nel 2019, cioè quando il suo proprietario Alistair McKillop, membro del Lamborghini Club UK, ha stipulato un accordo privato con un collezionista di auto di lusso affinché la sua rara vettura fosse custodita insieme ad altre supercar di valore. Dopo lo scoppio della pandemia di Covid-19 e i vari lockdown nessuno si è preoccupato della macchina. Nell'agosto del 2020 McKillop riceve però una lettera dal DVLA (la motorizzazione britannica) con la quale gli si comunicava che qualcuno stava cercando di immatricolare la sua auto con un altro nome.

A quel punto si è recato dall'amico collezionista a cui aveva affidato la sua Lamborghini Diablo 6.0 VT scoprendo così che l'auto non c'era più. A quanto pare il collezionista sapeva che la vettura non era più nel luogo in custodiva la sua collezione di supercar ma aveva ipotizzato che, disponendo di una chiave d'accesso, fosse stato proprio il proprietario a portarla via. Nonostante, date le circostanze, fosse praticamente impossibile risalire al momento esatto in cui la rara Lambo è stata rubata, McKillop ha denunciato il furto alla polizia che ha subito avviato un'indagine.

Il proprietario, per ritrovare la sua amata Diablo, inoltre tramite il Petrolheadonism Club e il Lamborghini Club UK , ha anche lanciato un appello online alla comunità automobilistica mondiale tramite Facebook e Instagram che è stato ampiamente condiviso da migliaia di appassionati di auto. E, proprio grazie a questa imponente campagna social, un giorno arriva una segnalazione che potrebbe permettere a McKillop di riavere la sua rara Lamborghini Diablo 6.0 VT: un messaggio arrivato da un account Instagram, correlato da foto e video che immortalavano la vettura, indicava infatti il luogo in cui si trovava l'auto scomparsa, cioè parcheggiata insieme ad altri veicoli rubati all'interno di un magazzino a Londra in attesa di essere spediti fuori dal Regno Unito.

I controlli fatti dalla polizia non hanno però portato al ritrovamento della supercar: non è stato possibile risalire all'uomo che si nascondeva dietro l'account Instagram che aveva fatto la segnalazione e le ispezioni fatte in vari magazzini di Londra non hanno portato a nulla. Gli agenti sono riusciti a risalire al nome della persona che nell'agosto 2020 aveva tentato di intestarsi l'auto sparita, ma anche in quel caso è stato un buco nell'acqua dato che si trattava di una persona completamente estranea alla vicenda e che aveva subito a sua volta un furto d'identità.

A quel punto le indagini della polizia e quelle di McKillop si sono arenate in virtù del fatto che si dava ormai per scontato che l'auto fosse già stata spedita fuori dalla Gran Bretagna. Dopo due anni e mezzo però, quando l'uomo si era ormai rassegnato al fatto che non avrebbe mai più rivisto la sua Lamborghini Diablo 6.0 VT da 550 cv, ecco che arriva la telefonata da parte della polizia con la quale gli si annunciava che la sua "Y3low" era stata ritrovata all'interno di un capannone di un vecchio mercato del bestiame ormai abbandonato.

Immagine

Adesso però è partita la caccia ai pezzi mancanti della Lamborghini Diablo 6.0 VT. Come ha spiegato il fondatore del Petrolheadonism Club che ha seguito la vicenda fin dall'inizio infatti: "Credo che le persone che hanno preso e poi abbandonato l'auto non avessero idea di cosa fare e di cosa avessero tra le mani. I pezzi mancanti sicuramente saranno immagazzinati da qualche parte e noi dobbiamo trovarli. Il nostro obiettivo principale è ricostruire questa vettura e far tornare la Y3LOW a brillare, ruggire e sfrecciare di nuovo. Fortunatamente il motore V12 e gli interni erano ancora nell'auto, è un buon punto di partenza" ha difatti chiosato il fondatore della seguitissima community di appassionati d'auto di tutto il mondo.

147 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views