273 CONDIVISIONI
2 Novembre 2021
10:47

Revisione auto, scatta l’aumento: da oggi costa di più, introdotte le nuove tariffe

Da oggi martedì 2 novembre 2021 entrano in vigore le nuove tariffe per la revisione di auto e moto il cui costo aumenta di 12 euro rispetto al passato. L’agevolazione statale “Bonus veicoli sicuri” attutirà l’aumento del prezzo ma solo per una piccola parte di italiani. Ecco chi ha diritto e come richiedere il contributo statale per la revisione del proprio veicolo.
A cura di Michele Mazzeo
273 CONDIVISIONI

Da oggi la revisione di auto e moto costerà di più. Martedì 2 novembre 2021 entrano in vigore le nuove tariffe previste dall'emendamento alla legge di Bilancio 2021 che di fatto renderanno le revisioni dei veicoli più care di 12 euro rispetto al passato.

Le nuove tariffe della revisione auto e moto

La tariffa per la revisione del veicolo presso la Motorizzazione Civile avrà un incremento secco del 22% e passerà dunque da 45 euro  a 54,95 euro a cui, facendola nei nei centri privati convenzionati, si andrà ad aggiungere l'Iva al 22% (12,09 euro), i diritti di motorizzazione (10,20 euro) e il corrispettivo del servizio di versamento postale (1,78 euro) per un totale che arriva dunque a 79,02 euro rispetto ai ‘vecchi' 66,88 euro. Dopo 14 anni (l'ultimo aumento risaliva al 2007) dunque il prezzo della revisione per tutti i veicoli a motore, rimorchi compresi, torna a salire.

Bonus veicoli sicuri: chi ha diritto

Lo Stato ha però previsto un contributo per attutire almeno inizialmente l'incremento del prezzo. Per attenuare il colpo inflitto alle tasche degli automobilisti italiani è stato infatti istituito il "bonus veicoli sicuri" dal valore di 9,95 destinato a chi dovrà sottoporre il proprio veicolo a revisione tra il 2021 e il 2023. Un bonus di cui però beneficeranno in pochissimi dato che i soldi stanziati per questa iniziativa sono soltanto 4 milioni di euro (su circa 17 milioni di italiani che ogni anno devono sottoporre il proprio veicolo a revisione obbligatoria quindi solo 402 mila potranno usufruite di questa agevolazione). Inoltre tale bonus potrà essere usato per un solo veicolo di proprietà e per una sola volta nel triennio.

Bonus revisione auto 2021: come richiederlo

Data l'esigua cifra stanziata per decidere chi avrà diritto al "bonus veicoli sicuri" si utilizzerà il criterio di ordine cronologico della richiesta. Verrà dunque fissata una data per il click day con la richiesta che si dovrà inoltrare attraverso una piattaforma on-line creata appositamente (ancora non in funzione). Per effettuare la registrazione alla piattaforma sarà necessario avere lo SPID, oppure Carta di identità elettronica o anche Carta Nazionale dei Servizi. Per richiedere il bonus bisognerà poi compilare i vari campi richiesti con numero di targa, data della revisione, un indirizzo email e l’IBAN sul quale la somma dovrà essere erogata via bonifico.

273 CONDIVISIONI
Dopo il Covid agli italiani piacciono auto ibride ed e-bike: crollo del trasporto pubblico
Dopo il Covid agli italiani piacciono auto ibride ed e-bike: crollo del trasporto pubblico
Nissan LEAF e+ promossa a pieni voti: cinque stelle dal Green NCAP
Nissan LEAF e+ promossa a pieni voti: cinque stelle dal Green NCAP
Peugeot sempre più green: dal 2022 tutti i veicoli da lavoro saranno elettrici
Peugeot sempre più green: dal 2022 tutti i veicoli da lavoro saranno elettrici
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni