Le Ferrari naufragano sotto la pioggia abbattutasi sull'Istanbul Park durante le qualifiche del GP della Turchia, 14° appuntamento con il Mondiale 2020 della Formula. Sia Charles Leclerc che Sebastian Vettel vengono infatti eliminati nel Q2 e non riescono ad accedere nel Q3 per giocarsi le prime dieci posizioni della griglia di partenza nella gara in programma domenica.

Dopo aver rischiato la clamorosa eliminazione già nel Q1 anche nel secondo parziale il pilota monegasco del Cavallino non è riuscito a trovare il giusto feeling con il tracciato turco reso ancor più scivoloso dal nubifragio abbattutosi sull'Istanbul Park senza riuscire dunque andare oltre al 14° tempo della sessione. Fa leggermente meglio di lui invece il compagno di squadra che però, come il più giovane collega, non riesce ad accedere al Q3 per giocarsi la pole position nonostante abbia dimostrato di adattarsi meglio a queste condizioni di pista quasi impraticabile a causa della pioggia che è andata ad aumentare la già grande scivolosità dell'asfalto del tracciato turco.

Il quattro volte campione del mondo partirà infatti dalla 12a casella della griglia di partenza nella gara del GP della Turchia in programma domenica, una fila avanti rispetto al compagno di squadra che chiude la settima fila della griglia di partenza. Ad amplificare il disastro dei piloti Ferrari in queste qualifiche turche il fatto che entrambi i piloti Alfa Romeo (motorizzata dalla Ferrari), Antonio Giovinazzi e Kimi Raikkonen, sono entrambi riusciti a staccare il pass per il Q3 (il finlandese che partirà in ottava posizione mentre il pilota italiano scatterà decimo).