Dopo aver definito una ‘strafigata‘ l'eventuale condivisione del box tra il figlio e Lorenzo, Graziano Rossi ha commentato anche la decisione di Valentino di firmare con Petronas per i prossimi due anni. "Ha la voglia intatta dei suoi 16 anni, un fisico integro e preparato e ancora tanta determinazione – ha spiegato il padre del ‘Dottore' alla ‘Gazzetta dello Sport' – Se hai passato tutta la tua vita in pista, la pista diventa la tua vita".

A poche ore dall'annuncio dell'intesa tra Petronas e il nove volte iridato, papà Graziano ha quindi salutato con gioia la scelta di Valentino: "Ha voglia di chiudere vincendo ed è un po' quello che lo spinge a cercare altri risultati, visto che quelli degli ultimi anni non sono in linea con quello che sa fare". In molti hanno però giudicato come un passo indietro l'idea di chiudere in un team satellite: "Petronas è un top team ma dietro il sì c’è pure voglia di rivalsa. Un po' di orgoglio tradito c’è, ma Valentino ha considerato che in Petronas avrà tutto il potenziale per far bene e ha deciso di giocarsi lì le sue chance".

L'annuncio arriverà prima del via di Jerez

In attesa del semaforo verde di Jerez, prima gara ufficiale della nuova MotoGP, tiene dunque banco il trasferimento del 41enne pilota di Tavullia: un passaggio alla Petronas, che non è ancora stato ufficializzato come ha dichiarato anche lo stesso Razlan Razali. "Ho letto anch'io la notizia sul nostro nuovo pilota per il 2021 – ha dichiarato il boss di Petronas SRT – Non è per niente vero. Ci sto ancora lavorando. Ci vuole più tempo del solito perché Valentino non è un pilota normale". Secondo indiscrezioni, in realtà la firma sarebbe già stata ‘depositata' sul contratto e il team malese starebbe soltanto aspettando la vigilia del primo Gran Premio per annunciare a tutti l'arrivo di Valentino Rossi.