Secondo podio consecutivo in MotoGP per Alex Marquez. Dopo un inizio di stagione molto complicato, il rookie della classe regina prima a Le Mans e poi al Motorland di Aragon ha mostrato grandi miglioramenti frutto di una crescita esponenziale che lo ha portato a giocarsi la vittoria con Alex Rins nell'odierno GP di Aragon. Dopo il disastroso impatto con la MotoGP il vincitore della Moto2 2019 sembra essersi finalmente adeguato alla nuova realtà dimostrando di poter competere con i migliori piloti della categoria scrollandosi di dosso il pesante fardello di essere il fratello dell'otto volte campione del mondo Marc Marquez.

Ci ha creduto Alex Marquez e nonostante la Honda lo abbia già bocciato (nella prossima stagione sarà "retrocesso" nel team satellite LCR per far spazio a Pol Espargarò) nelle ultime due gare  si è preso la scena dimostrando a tutti che è arrivato nella classe regina del Motomondiale per merito e non per parentele illustri. Lo ha sottolineato Jorge Lorenzo che al termine del GP di Aragon ha twittato: "Quando ho visto Alex Marquez tra i primi sette nei primi giri sono rimasto sorpreso, ma quando l'ho visto secondo e lottare per la vittoria non potevo crederci. Tutto è possibile in MotoGP! Congratulazioni Alex, hai dimostrato di meritare di essere nel team HRC Repsol in MotoGP!"

Al termine della gara del Motorland di Aragon è arrivato anche un altro tweet che sicuramente farà molto piacere ad Alex, vale a dire quello del fratello Marc che con un misto di ironia e orgoglio fraterno ha twittato: che detto dal dominatore incontrastato degli ultimi mondiali della MotoGP suona davvero come un gran complimento. E chissà che nelle quattro gare che mancano al termine della stagione Alex non renda ancor di più orgoglioso il fratello, ancora fermo ai box per l'infortunio al braccio, conquistando la prima vittoria in MotoGP, magari facendo pentire la Honda, qualora non si fosse già pentita, della decisione presa.