Arminas Jasikonis è uscito dal coma. Il pilota lituano trasportato all'ospedale di Cremona dopo esser rimasto vittima di un brutto incidente nella gara del Mondiale di Motocross di Mantova di domenica scorsa si è svegliato dal coma indotto.  Il 23enne  non presenta alcun problema di mobilità e al risveglio ha subito riconosciuto i suoi parenti e le altre persone vicine, con le quali ha potuto persino chattare in lituano e in inglese.

Ad annunciarlo il team con il quale partecipa alla MXGP, ossia il Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing che ha inoltre aggiunto che il pilota, logicamente stanco, non abbia alcun dolore, il che sta a significare che il peggio è passato e che presto inizierà quindi il suo periodo di riabilitazione:

"Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing è lieta di annunciare – si legge in un post pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale del team –  che mercoledì 30 settembre Arminas Jasikonis si è svegliato dal coma indotto dal punto di vista medico in seguito al suo incidente al MXGP di Lombardia.

AJ – prosegue la nota – è in grado di riconoscere e parlare (sia in lituano che in inglese) con la sua famiglia e l'eccezionale personale medico che lo circonda. AJ può anche muovere il suo corpo senza aiuto, non sta soffrendo e, nonostante sia comprensibilmente stanco,  il peggio è passato e presto potrà iniziare la sua riabilitazione.

Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing – si legge in conclusione – esprime il proprio ringraziamento a tutto lo staff medico che si è preso cura di AJ, e a tutti coloro che negli ultimi giorni hanno espresso un sostegno travolgente".