217 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Marc Marquez resta senza parole dopo il test con la Ducati: c’è un motivo dietro lo strano silenzio

Dopo il test di Valencia della MotoGP tutti parlano dell’impressionante debutto di Marc Marquez in sella alla Ducati del team Gresini, ad eccezione proprio del pilota spagnolo e della squadra faentina: dietro l’apparentemente strano silenzio c’è però un motivo ben preciso.
A cura di Michele Mazzeo
217 CONDIVISIONI
Immagine

Dopo il test della MotoGP sul circuito di Valencia con vista sul campionato 2024 nel paddock del Motomondiale, tra gli addetti ai lavori e gli appassionati di motociclismo non si fa altro che parlare dell'esordio di Marc Marquez in sella alla Ducati del team Gresini. Sul tracciato spagnolo il 30enne di Cervera al debutto con la Desmosedici ha impressionato tutti sia per i tempi messi a segno sia, soprattutto, per la reazione avuta nel momento in cui ha riportato i suoi primi feedback sulla moto a quella che nel prossimo mondiale sarà la sua squadra.

Tutti, avversari compresi, hanno parlato di lui e della sua prima volta con il bolide della casa di Borgo Panigale. Dal team manager della Ducati Davide Tardozzi ("Penso che il suo sorriso dopo i primi giri messi in archivio con la sua Ducati dica tutto") al pilota del team factory Enea Bastianiani ("Come fa la curva 8 lui, non la fa nessuno di noi piloti Ducati, lì è già il più veloce di tutti. Sembra che non freni ed è incredibile come rialza velocemente la moto. Sarà una spina nel fianco") fino ai due centauri che si sono giocati l'ultimo titolo iridato Pecco Bagnaia ("Quando era uscita la notizia del suo arrivo in Ducati avevo detto che avrebbe chiuso davanti i primi test, non ho sbagliato più di tanto") e Jorge Martin ("Non vedevo l'ora di vedere i dati di Marquez, il mio team dopo averli analizzati mi ha detto che sembriamo lo stesso pilota"), tutti i grandi protagonisti della MotoGP hanno parlato dell'esordio dell'otto volte campione del mondo su una Desmosedici.

Tutti, fatta eccezione però per i diretti interessati, vale a dire Marc Marquez e il team Gresini. Il pilota spagnolo (che il giorno successivo si è operato nuovamente al braccio destro per risolvere il problema della sindrome compartimentale che lo ha condizionato nella seconda parte della stagione appena terminata) non ha rilasciato infatti nessuna dichiarazione riguardo al suo primo test con la Ducati né alle TV, né agli altri media, né sui propri profili social dove non è stata pubblicata nemmeno una foto del suo primo giorno in sella alla Desmosedici. E la squadra faentina, pur avendo condiviso sui social video e foto riguardanti il test di Valencia effettuato dal Cabronçito, non ha parlato delle sue prestazioni in pista con il team manager Michele Masini che si è limitato ad un "oggi noi possiamo parlare solo del gran lavoro fatto da Alex, ma i tempi parlano anche per suo fratello Marc".

Il silenzio di Marc Marquez e di quella che è già ufficialmente la nuova squadra con cui correrà nel campionato 2024 della MotoGP, soprattutto a chi non conosce le dinamiche che ci sono dietro i trasferimenti dei piloti da un team ad un altro, ha destato perplessità. In tanti si sono infatti chiesti perché nel giorno in cui tutto il mondo motociclistico parla di loro, loro non proferiscono alcuna parola a riguardo? Ovviamente c'è un motivo dietro a quello che può apparire come uno stranissimo silenzio e riguarda la rescissione anticipata del contratto che lo legava alla Honda da parte dello spagnolo.

Nel momento in cui Marc Marquez ha chiesto di andare via con un anno d'anticipo rispetto alla scadenza del contratto, la Honda (alla quale era legato da 11 anni) ha suo malgrado assecondato la richiesta del pilota dettando però solo una sola condizione: cioè che fino al 31 dicembre 2023 onorasse il suo contratto per quanto riguarda la parte di testimonial del marchio Honda e non parlasse dunque pubblicamente di altri team e, soprattutto, altri costruttori di moto. E così ha fatto anche il responsabile del team HRC in MotoGP, Alberto Puig, nel momento in cui ha dato il via libera alla partecipazione di Marc Marquez a questo test di Valencia in cui ha potuto provare per la prima volta la Ducati del team Gresini. Dietro il silenzio del pilota spagnolo e della squadra faentina apparentemente strano dunque c'è solo la volontà di rispettare gli accordi presi con la Honda.

217 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views