Il Mondiale di Formula 1 inizierà il 5 luglio, con il Gran Premio d’Austria, sarà un campionato anomalo, ovviamente per tutto quello che è accaduto nel mondo, ma anche perché alcune scuderie hanno già annunciato l’ingaggio di nuovi piloti per il 2021, tra queste c’è anche la Ferrari che affiancherà Carlos Sainz a Leclerc. Lo spagnolo per tutti sarà il fido scudiero del monegasco, ma il pilota della McLaren sostiene invece che lui partirà alla pari di Leclerc.

Non ho firmato un contratto da secondo pilota

Carlos Sainz sostituirà Sebastian Vettel nella prossima stagione. Lo spagnolo, che ha all’attivo 102 Gran Premi ed ha corso per tre stagioni con la Toro Rosso, è stato annunciato ufficialmente da qualche settimana, per ora pensa alla stagione con la McLaren. Ma ovviamente, non solo in cuor suo, guarda anche già al suo futuro con la Ferrari e nell’intervista rilasciata a ‘Radio Marca’ ha detto di non aver firmato per fare il secondo pilota della casa di Maranello, si giocherà le sue chance e cercherà di essere la prima guida, a scapito di Leclerc:

Non ho firmato alcunché che mi ponga come secondo pilota: nel mio contratto c'è scritto che la squadra viene prima del pilota, ma non prevede nulla come seconda guida. Quello che so è che alla Ferrari darò tutto ciò di cui hanno bisogno per provare a vincere. Tratto tutti i piloti allo stesso modo, siamo tutti rivali e se ci sarà una situazione complicata, prenderò la decisione giusta, non c'è da preoccuparsi.

Carlos Sainz dice no, ma sembra davvero il secondo pilota della Ferrari 2021

Lo spagnolo fa bene a dire che lui non si sente il secondo pilota della Ferrari, però tutto porta a pensare che Sainz sarà davvero lo scudiero di Leclerc, un ruolo classico che esiste da sempre nella Formula 1. Anche l’immenso Michael Schumacher non voleva al suo fianco un compagno di un livello simile al suo (anche se ce ne sono stati pochi come lui) e negli anni in ‘Rosso’ ebbe in Ferrari Irvine, Barrichello e Massa. Nella scorsa stagione non è andata bene la convivenza tra Leclerc e Vettel, e il quattro volte campione del mondo verrà rimpiazzato da un pilota di alto livello come Sainz, che però sembra chiamato a un ruolo in stile Bottas, compagno di Hamilton, che di tanto in tanto sta davanti al campione del mondo sia in prova che in gara, ma che alla fine vive in Mercedes da perfetto numero due.