67 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Adrian Newey annuncia l’addio alla Red Bull, ora la Ferrari sogna: “È il momento di nuove sfide”

La Red Bull Racing ha annunciato oggi che il Chief Technical Officer, Adrian Newey, lascerà il Team nel primo trimestre del 2025. Un addio che spalanca nuove sfide professionali e tra i diversi orizzonti c’è anche quello più suggestivo di tutti: l’approdo in Ferrari.
A cura di Alessio Pediglieri
67 CONDIVISIONI
Immagine

Dallo scorso 25 aprile, giornata in cui iniziarono ad uscire con insistenza le voci sull’addio di Adrian Newey alla Red Bull, non si è fatto che parlare d’altro. Oggi, 1°maggio è arrivata la comunicazione ufficiale della separazione tra il progettista più vincente della storia della Formula 1 e il Team attualmente più importante e vincente. Un addio che arriva dopo un connubio professionale durato un ventennio e che ora porterà Newey ad intraprendere una nuova sfida professionale. Con la Ferrari, in prima fila.

"Oracle Red Bull Racing annuncia oggi che il Chief Technical Officer Adrian Newey lascerà il Red Bull Technology Group nel primo trimestre del 2025″ si legge nel comunicato ufficiale. "Il numero 1 dell'ingegneria si ritirerà dai compiti di progettazione della Formula 1 per concentrarsi sullo sviluppo finale e sulla consegna della prima hypercar della Red Bull, l'attesissimo RB17. Rimarrà coinvolto e impegnato in questo entusiasmante progetto fino al suo completamento"

Il futuro di Newey al momento rimane incerto, e deciderà soprattutto lui stesso cosa fare della propria vita professionale. Le occasioni e le possibilità non mancano per un nuovo progetto sia all'interno sia all'esterno del mondo della Formula 1, ma la speranza dei tifosi del Cavallino Rampante è che possa legare il proprio nome a quello della Ferrari. "Fin da quando ero ragazzino, volevo diventare un progettista di auto veloci. Il mio sogno era diventare un ingegnere in Formula 1 e ho avuto la fortuna di trasformare quel sogno in realtà" ha raccontato attraverso i canali ufficiali Red Bull.

"Per quasi due decenni è stato un grande onore per me aver giocato un ruolo chiave nel progresso della Red Bull Racing, da esordiente a Team plurivincitore" ha ricordato, rivivendo nelle sue parole i 13 titoli conquistati con la Red Bull nei suoi 20 anni di attività. "Tuttavia, sento che ora è il momento opportuno per passare il testimone ad altri e per cercare nuove sfide per me stesso". 

Dove andrà Newey dopo l'addio alla Red Bull

Su Newey ovviamente ci sono i forti interessi dei principali team di F1 come Mercedes, McLaren, Aston Martin e Ferrari. Dalle prime indiscrezioni, però, Newey avrebbe già scartato le prime due ipotesi e non sarebbe particolarmente interessato ai programmi di Mercedes e McLaren. Da Aston Martin può arrivare la classica offerta irrinunciabile sul profilo economico ma pesano tantissimo i rapporti non particolarmente idilliaci con il proprietario, Lawrence Stroll.

Così, lo scenario in rosso: La Ferrari si presenta come una soluzione allettante anche sotto il profilo meramente sportivo, con un team che è ritornato ad essere competitivo e con importantissime risorse da mettere in pista.  E poi, Newey avrebbe la possibilità di poter lavorare insieme a Lewis Hamilton, un'ipotesi che potrebbe anche scalzarlo dall'ultimo scenario possibile: la meritata pensione.

67 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views