03 gennaio 10:43 Ibrahimovic: “Sono pronto per giocare subito”

Zlatan Ibrahimovic ai microfoni di Sky: "Ho un bel rapporto con i tifosi, senza di loro non c'è adrenalina. Quando sono arrivato qui era differente. Milan mi ha portato dietro queste cose, e la gente. Voglio stare in campo e giocare. Già in campo contro la Sampdoria? Speriamo, ho già parlato con il mister anche se non ho ancora toccato il pallone. Il mio obiettivo è vincere e vincere qui vorrà dire prendere in mano la situazione e cambiare le piccole cose. Quali giocatori m'incuriosiscono? Tutti, perché fanno parte del Milan devo solo entrare in campo e conoscerli per trovare feeling. La maglia numero 21? L'ha scelta mio figlio perché mi sa che la indossa lui".

03 gennaio 10:38 Boban: “Il Milan non deve nascondersi dietro le spalle larghe di Ibrahimovic”

Prende la parola Boban: "Siamo molto felici di abbracciare un giocatore e personaggio unico. Avrà un effetto unico sull'ambiente e su tutti voi. Detto questo bisognerà fare risultati. Però non bisognerà dimenticare Bergamo e la sconfitta orrenda. Non dobbiamo nasconderci dietro le spalle larghe di Ibrahimovic, anche se lui darà una grandissima mano a tutti".

03 gennaio 10:34 Ibrahimovic sui compagni: “Ancora non conosco la squadra”

"Il derby con l'Inter? È una partita speciale, e secondo me il derby più bello è questo. Come andrà contro di loro non lo so. Non ho firmato 5 anni per pensare più avanti. Vivo alla giornata. L'obiettivo? È quello di vincere qualcosa, proviamo di fare tutto per migliorare e crescere per alzare livello in campo. L'asticella degli obiettivi si alzerà poi in seguito. I compagni? Non conosco bene la squadra, ho sempre provato ad aiutare tutto in campo e fuori. Dipenderà tutto dalle individualità quando giochi con campioni, niente è difficile".

03 gennaio 10:30 Ibrahimovic: “Felice di venire qui, ma non sono venuto a fare la mascotte”

"Dove giocherò con Pioli? Ho visto il mister ieri perché ero impegnato. Ho parlato con lui e mi ha spiegato qualcosa. Gli ho detto cosa mi serve per stare bene, arriverà il momento di dirci quello che dobbiamo fare al Milan. Perché l'anno scorso non sono arrivato in rossonero? Ho parlato con Leonardo per tornare, ma non mi sentivo pronto per farlo perché dopo un infortunio ho fatto un anno di campionato e volevo fare di più. Sono andato in America per sentirmi vivo ma ora mi sento più che vivo e pronto per il Milan. Sono molto felice, perché firmare a 38 anni per il Milan non so se sia successo in altre occasioni. Significa che ho qualcosa da dare. Non vengo per fare la mascotte, è una prova per me".

03 gennaio 10:25 Ibrahimovic: “La mia sfida è quella di fare la differenza al Milan”

"Rimanere in Italia dopo il calcio giocato? Non si sa mai. Quando hai un bel rapporto con club, e in giro non si sa mai. Per ora aiuterò a fare risultati in tutto, non solo in campo. In questi 6 mesi posso dare qualcosa. Sennò non m'interessa. Inizio da zero e voglio dare risultati, quello che ho fatto finora non conta. Mi dà adrenalina dimostrare quello che sono, non vivere di rendita. Posso fare la differenza qui? La sfida è questa, contro me stesso e per farlo devo lavorare con la voglia e la mentalità giusta, altrimenti meglio mettere un altro in campo. So cosa devo fare".

03 gennaio 10:19 Ibrahimovic su Ronaldo: “Bello che sia in Italia”

"Preferisco che i tifosi mi fischino durante la partita per far uscire l'adrenalina e poi, mi riservino applausi all'uscita. Sto bene, mi sono allenato perché mi piace. Secondo me sono pronto. Ronaldo? È bello che sta in Italia e nel campionato di Serie A. Poi vediamo cosa succede. Kulusevski? Ottimo che un giocatore svedese sia in una grande squadra. Quando sei in America è difficile vedere tornei europei, ma ho sentito cose positive su di lui e sono contento per lui, capirà cosa deve fare alla Juventus"

03 gennaio 10:17 Ibrahimovic su Piatek: “Tutti devono dare di più al Milan”

"Dopo l'infortunio hai tanti pensieri, ma dopo l'ultimo stop sono molto contento di giocare perché mi avevano detto che era impossibile tornare. Fino a quando posso giocare gioco. Con grande mentalità posso fare bene, non gioco come a 28 anni è impossibile. Però uno che sa giocare sa quello che deve fare. Piatek? La pressione è altissima, tutti si aspettano che quando giochi nel Milan, ma quando sei qui devi dare di più perché sei venuto per dare risultati. Qui devo aiutare i compagni, in campo e fuori. Voglio sentire l'erba perché quando sei fuori è difficile e capisci quanto ti manca"

03 gennaio 10:14 Ibrahimovic: “Sono più cattivo di 10 anni fa, voglio il massimo dai compagni”

"Cosa non ha funzionato? Difficile dirlo da fuori. Puoi avere opinioni, ma non sai niente. Ho visto risultati negativi, la squadra è cambiata tanto ma non ho le risposte. Il Milan però è sempre il Milan. Cattivo o più buono rispetto al passato? Sono molto più cattivo, poi con due bimbi devo esserlo (ride, ndr). Scherzo, bisogna lavorare tanto e forte e saper soffrire. Senza saper soffrire non puoi dare il massimo. Lavoro duro perché mi piace soffrire e mi aspetto sempre tanto dai miei compagni e l'importante è che diano tutti il massimo"

03 gennaio 10:10 Ibrahimovic: “Non ho mai perso la passione. Maldini e Boban? Meglio averli in campo”

"Vediamo cosa succede, squadra non sta facendo bene. Bisogna lavorare tanto e crederci. Voglio dare sempre il massimo, anche se qui le cose sono differenti. Bisogna migliorare in campo e per quello sono qui. Non ho perso mai la passione per quello che faccio, ecco perché le cose potrebbero andare bene. Il Milan è sempre il Milan. La storia non si cambia. La squadra non è come prima, dopo l'addio di Berlusconi. Sono ancora attivo come calciatore e l'importante è quello che succede in campo. Se non credevo al progetto non ero qui. Era meglio avere in campo gente come Maldini e Boban, ma anche come dirigenti non sono male":

03 gennaio 10:07 Ibrahimovic: “Milan è casa mia, sono andato via senza volerlo”

"A 38 anni ho avuto più richieste di quando ne avevo 28. Avevo bisogno di adrenalina per far uscire il massimo da me. Dopo conclusione della mia avventura in America ho parlato tanto con Maldini e Boban. Non era una decisione difficile, perché quando ho lasciato il Milan l'ho fatto senza il mio ok. In quella occasione le cose non sono andate come avrei voluto. Milan è casa mia e vorrei fare il possibile per cambiare le cose. Qui dopo il Barcellona ho ritrovato la voglia di giocare a calcio. Voglio bene al Milan e lo rispetto tanto come club".

03 gennaio 10:04 Ibrahimovic: “Sono pronto, vorrei giocare già oggi”

Inizia la conferenza stampa di Ibrahimovic: "Sento l'entusiasmo dei tifosi, quando ero qua l'ultima volta era tutto molto positivo e anche ieri era così. Il 50% di quello che facciamo è grazie ai tifosi e con il loro supporto è tutto più facile. Sono pronto e vorrei giocare oggi se fosse così".

03 gennaio 9:45 Tanti tifosi a Casa Milan per la presentazione di Ibrahimovic

Come già accaduto ieri, nel giorno del suo arrivo, sono tanti i tifosi presenti a Casa Milan per dare il bentornato a Zlatan Ibrahimovic anche in occasione della presentazione ufficiale. La mossa del Milan, dalle molteplici ragioni, sembra aver sortito il primo degli effetti sperati: ha riportato entusiasmo in una tifoseria ‘depressa' dopo le ultime stagioni e in particolare la prima parte di quest'annata, chiusa dall'umilante 5-0 subito dai rossoneri in casa dell'Atalanta.

03 gennaio 9:36 Ibrahimovic al Milan: la data del possibile debutto

Probabilmente se ne capirà di più proprio durante la sua presentazione ufficiale: c'è grande attesa per conoscere la data del possibile nuovo debutto di Zlatan Ibrahimovic con la maglia del Milan. Tecnicamente, dal punto di vista regolamentare, lo svedese può scendere in campo già contro la Sampdoria, lunedì 6 gennaio. Il dubbio è legato alle sue condizioni fisiche, essendo reduce da diverse settimane di inattività agonistica (ultima gara ufficiale il 25 ottobre in MLS). Per questo appare più realistico che possa passare almeno un'altra settimana prima di vederlo in campo: tra Cagliari-Milan (11 gennaio) e Milan-SPAL di Coppa Italia (15 gennaio) le due ipotesi più accreditate per l'esordio.

03 gennaio 9:20 La presentazione di Zlatan Ibrahimovic al Milan in diretta

Zlatan Ibrahimovic si presenta al Milan per la sua seconda avventura in rossonero. La presentazione ufficiale dell’attaccante svedese andrà in scena a partire dalle ore 10.00 nella cornice di casa Milan. Ieri Ibra ha vissuto la sua prima giornata milanese dal lontano 2012: arrivo tra l’entusiasmo dei tifosi a Linate, visite mediche, firma sul contratto e scelta del numero di maglia, un inedito 21. Zlatan ha richiesto di poter fare una rapida seduta di allenamento in palestra e ha chiuso il giorno del suo ritorno a cena con l'ex compagno Abate.

Ibrahimovic ha già avuto modo di rilasciare le sue prime dichiarazioni da giocatore del Milan attraverso i canali ufficiali del club rossonero: "L’importante è essere qua, sono contento – ha spiegato appena atterrato a Linate -. Ho sempre detto che questa è casa mia e finalmente sono qua. Sono stato in altre squadre ma finalmente sono tornato. Messaggio ai tifosi? Sono qua per far saltare ancora San Siro".

Presentazione Ibrahimovic in diretta tv e streaming

La presentazione ufficiale di Zlatan Ibrahimovic sarà trasmessa in diretta su Sky Sport 24 e Milan TV, visibile anche attraverso l'app di DAZN. Il Milan trasmetterà l'evento in diretta streaming attraverso la propria app.