390 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito
Giro d'Italia 2024

Finisce il suo primo Giro d’Italia e dopo l’arrivo le chiede di sposarlo: la reazione è sorprendente

Martin Marcellusi, 23enne ciclista della Green Project Bardiani CSF Faizané ha concluso il suo primo Giro d’Italia chiudendo con un dignitoso 99° posto in classifica generale. Rendendolo comunque indimenticabile.
A cura di Alessio Pediglieri
390 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Affrontare il proprio primo Giro d'Italia da professionista è un'esperienza che resta a vita nel cuore e nella mente dei ciclisti. Soprattutto se riesci a correrlo conquistando l'obiettivo prefissato all'inizio, onorarlo fino alla fine, arrivando alla 21a tappa di Roma. E ancor più se riesci a conquistare anche il cuore della tua amata, come accaduto a Martin Marcellusi.

L'edizione 106 della Corsa rosa ha regalato ancora una volta infinite storie nella storia di un Giro a suo modo unico. Noioso e scontato per alcuni, persino banale e di scarso livello per altri. Eppure, a raggi fermi, l'edizione 2023 ha avuto una sua quanto mai unica e straordinaria evoluzione, costellata da infinite situazioni, impossibili da prevedere ad inizio corsa. Le due prime settimane dilaniate dall'epidemia di Covid, dalle tremende cadute, dal maltempo e da clamorosi ritiri, l'ultima ancora una volta falcidiata dal meteo e dalla quasi assoluta assenza tra i protagonisti nel volersi dare battaglia. Fino alla cronoscalata del Lussari già entrata tra le tappe epiche di sempre nella storia del Giro.

La storia di Roglic, campione del pedale prestato dal salto con gli sci, che fa saltare il banco scendendo di sella per un problema tecnico per poi salire e pedalare comunque più forte di Thomas e Almeida; il meraviglioso gesto d'amicizia di Thomas che tira la volata al fraterno amico Cavendish a Roma; l'addio al ciclismo di "Cannonball" nel bel mezzo della corsa; la sfortunata voglia di emergere di Derek Gee, il più iellato tra i ciclisti in gara che è entrato di prepotenza nel cuore dei tifosi. Sono solo alcune delle pagine che questo giro ha scritto, con un copione impensabile che lo ha reso a suo modo unico ed indimenticabile.

Tra tutte queste, c'è anche la storia di Martin Marcellusi, 23enne corridore romano della Green Project Bardiani CSF Faizané che si è cimentato per la prima volta al Giro d'Italia, realizzando un sogno ad occhi aperti con la tappa finale nella sua città natale. Un Giro che si è concluso molto bene, per il già campione italiano juniores agli europei 2018. Marcellusi ha chiuso nella Top100 della classifica generale al 99° posto, anche grazie a ben due tentativi di fuga, e anche se non c'è stato alcun successo di frazione, solo un 15° posto come migliore piazzamento, per lui la vittoria più bella è comunque arrivata subito dopo il traguardo di domenica.

Senza che nessuno s'accorgesse di quanto stesse accadendo, Martin è sceso dalla propria bici, si è posto di fronte alla propria ragazza e si è inginocchiato, davanti a tutti, incurante dei presenti,  delle telecamere, dei telefonini che scattavano video e foto. E così ha fatto la propria proposta di matrimonio, cogliendo di sorpresa anche la futura sposa Cristina. Dopo essere rimasta per qualche istante interdetta, come si vede nel video pubblicato da Martin Marcellusi sui social, la momentanea incredulità ha lasciato subito spazio ad una incontenibile felicità. Culminata con gli occhi lucidi, baci e un intenso abbraccio al suo futuro marito, spalancando le porte ad un'altra storia. Ancora più bella.

390 CONDIVISIONI
198 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views