Giacomo Nizzolo è il nuovo campione italiano di ciclismo su strada a quattro anni di distanza dall'ultimo trionfo. Il velocista brianzolo della NTT s'è aggiudicato l'edizione 2020 e il titolo tricolore rendendosi protagonista di una volata durissima, da manuale, perfetta che gli permette di fare il bis dopo il successo ottenuto nel 2016. È accaduto durante la prova più attesa: 253.7 i km da Bassano del Grappa a Cittadella. Muscoli e determinazione, mentre fredda e gambe protese nello sforzo, tecnica e un pizzico di buona sorte lo hanno spinto verso il traguardo vincendo la concorrenza di Davide Ballerini (Deceuninck-Quick-Step) e Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida). Restano ai piedi del podio Andrea Vendrame (Ag2r La Mondiale), Kristian Sbaragli (Alpecin-Fenix) e Diego Ulissi (UAE Team Emirates).

Lo sprint pazzesco di Nizzolo, neo campione italiano

L'ultima parte, quella decisiva, della corsa riserva agli appassionati di ciclismo una porzione di gara da vivere tutta d'un fiato. Tre sono sono i protagonisti dello sprint che inizia in curva e prosegue lungo il rettilineo che conduce all'arrivo. È Colbrelli, il corridore della Bahrain-Merida che lancia il guanto di sfida, ma viene subito affrontato da Ballerini che si piazza a centro strada e prova a così a guadagnare la posizione migliore per piazzare la zampata e conquistare il titolo. L'idea è buona, peccato che a disinnescarla sia Nizzolo. Il ciclista milanese è perfetto nella scelta del tempo d'uscita confermando quanto di buono aveva mostrato nelle gare in calendario prima dello stop forzato a causa della pandemia da coronavirus (vittoria di tappa al Tour Down Under ed alla Parigi-Nizza) e dopo il lockdown (quinto posto alla Milano-Sanremo).

Una vittoria da "ritirato"

C'è un particolare che aggiunge ulteriore curiosità alla vittoria ottenuta da Nizzolo ai campionati italiani 2020: per la prima volta il successo va a un concorrente ‘ritirato'. Perché ritirato? Aveva cambiato bici, e non essendo segnalato dal dispositivo posto sul mezzo, era sembrato fuori causa.