Il numero dei calciatori convocati per gli Europei per ogni nazionale aumenta e passa da 23 a 26. Il Comitato Esecutivo della Uefa ha approvato oggi delle regole speciale per la fase finale di Euro 2020. Anche in questo modo si cerca di garantire il regolare svolgimento della manifestazione in un momento in cui il mondo convive con la pandemia. I calciatori convocabili per ogni partita però restano sempre 23, ma c'è una grande novità che riguarda anche i portieri.

Da 23 a 26 i convocati per Euro 2020

Tanti commissari tecnici, a partite da quello azzurro Roberto Mancini, avevano chiesto un allargamento della rosa per Euro 2020. Al c.t. italiano si erano uniti anche Martinez del Belgio e Southgate dell'Inghilterra. La normativa prevede che i calciatori convocati aumentano e diventano 26, ma considerando le regole dell'IFAB che stabiliscono un massimo di 12 giocatori in panchina, per ogni incontro tre giocatori dovranno essere sempre esclusi. Il numero di cambi è illimitato. La normativa vigente consente sostituzioni illimitate in lista in caso di grave infortunio o malattia fino alla vigilia della prima partita ufficiale degli Europei. La lista ufficiale dovrà essere consegnata alla Uefa entrò il 1° giugno.

Novità importanti per i portieri

Novità grosse anche per quanto riguarda invece i portieri che potranno essere sostituiti prima di ogni partita in caso di problemi fisici, certificati però dal medico. Cosa significa? In poche parole a differenza del passato se un portiere si infortuna seriamente nel corso del torneo, e anche il contagio al Covid equivale a un infortunio importante, il c.t. può sostituirlo con un altro portiere, pure se a disposizione restano gli altri due portieri.