Novità importanti in quello che ormai è stato ribattezzato come il caso Suarez. Il rettore dell'Università di Perugia Maurizio Oliviero ha dichiarato ai microfoni dell'Ansa di non essere stato contattato da Fabio Paratici, chief football officer della Juventus, per sapere dove il bomber Pistolero avrebbe potuto sostenere la prova per ottenere la certificazione di lingua italiana. In realtà secondo quanto appreso da fonti qualificate di Torino, sarebbe stato Federico Cherubini, Head of Football Teams and Technical Areas della Juventus, a stabilire un contatto con Oliviero, in virtù di una vecchia conoscenza.

Esame Suarez, Paratici non ha contattato per la Juve il rettore dell'Università di Perugia

Chi ha contattato chi e perché? A poco a poco si sta cercando di ricostruire il caso dell'esame "farsa" sostenuto da Luis Suarez presso l'Università per stranieri di Perugia. Il rettore della Statale umbra Maurizio Oliviero che nei prossimi giorni sarà ascoltato come testimone aveva dichiarato a Repubblica di essere stato contattato da "una persona che fa parte dello staff della Juventus", per capire se nel suo ateneo si potesse sostenere il test B1. In un primo momento si pensava che fosse stato Paratici, ovvero lo Chief Football Officer del club bianconero, a sentire Oliviero che ai microfoni dell'Ansa ha smentito: "Non metto altri nel tritacarne mediatico nel quale sono già finito io, assolutamente no. Se qualche Autorità me lo chiederà sono pronto a farlo, ma solo a loro".

Federico Cherubini, contatto con il rettore dell'Università di Perugia

Secondo quanto appreso dall'Ansa attraverso fonti qualificate di Torino, sarebbe stato invece Federico Cherubini, Head of Football Teams and Technical Areas della Juventus a contattare Oliviero per sapere se l'Università di Perugia tenesse gli esami di italiano necessari per la cittadinanza. Il tutto alla luce di una vecchia conoscenza tra i due. Il dirigente della società bianconera, originario di Foligno, si sarebbe limitato a chiedere  indicazioni burocratiche sull'esame a Oliviero, che a sua volta avrebbe risposto di rivolgersi all'Università per Stranieri. Al momento nessuno della Juventus risulta nella lista degli indagati.

Chi è Federico Cherubini, la sua posizione all'interno della Juventus

Federico Cherubini è una figura di primissimo piano nella Juventus e molto vicina ad Andrea Agnelli. Non è un caso che il presidente abbia deciso di affidarsi a lui, quasi come braccio destro all’interno del club. Da coordinatore dell’under 23, a vice responsabile dell’area tecnica, fino all’incarico di Head of Football Teams and Technical Areas. Nelle scorse settimane si è parlato anche di un possibile futuro con maggiore ingerenza sul mercato, proprio al posto di Fabio Paratici. Un possibile avvicendamento che per ora è stato rimandato però al futuro.