Sinisa Mihajlovic positivo al Coronavirus. Il Bologna attraverso un comunicato ha ufficializzato che anche il tecnico serbo ha contratto il Covid 19 e ora sarà costretto all'isolamento obbligatorio per le prossime due settimane come previsto dal Protocollo nazionale. Massima cautela dunque per il "guerriero" Miha reduce da una durissima battaglia vinta contro la leucemia. Nei prossimi giorni arriveranno tamponi a tappeto per i giocatori e il resto dello staff tecnico.

Sinisa Mihajlovic positivo al Covid, come sta il tecnico del Bologna

Ancora un caso di positività al Covid in Serie A. Questa volta ad aver contratto il virus è stato un allenatore, ovvero Sinisa Mihajlovic del Bologna. È stato proprio il club emiliano ad annunciare il tutto attraverso un comunicato ufficiale: "Sinisa Mihajlovic, rientrato venerdì a Bologna, è stato sottoposto al tampone di controllo per il Covid-19 ed è risultato positivo. Il tecnico, che è assolutamente asintomatico, resterà in isolamento per le prossime due settimane, come previsto dal Protocollo Nazionale. Sono stati effettuati in questi giorni anche i tamponi sul gruppo squadra della Primavera, risultati tutti negativi. Domani saranno effettuati i test sui giocatori e i collaboratori della Prima squadra".

Ora dunque Sinisa Mihajlovic sarà obbligato a restare ai box in isolamento per due settimane. Necessaria la massima attenzione per il mister ancora debilitato dopo un'annata assai complicata in cui è riuscito a battere la leucemia dimostrandosi un vero e proprio guerriero. Aumentano ancora dunque i casi di positività nel calcio italiano, per una situazione che mette a repentaglio l'inizio della stagione previsto per il 19 settembre. Se la situazione dovesse peggiorare, con il trend dei positivi in aumento, allora si potrebbe pensare ad uno slittamento per l'avvio della stagione e l'ipotesi dei playoff e dei playout per concludere nei tempi previsti il campionato non è da escludere.