L'esame di italiano sostenuto da Luis Suarez a Perugia per conseguire la cittadinanza è divenuto un caso giudiziario. Sul test effettuato all'Università per Stranieri il 17 settembre scorso è stata aperta un'inchiesta da parte della Procura umbra. Ruoli e responsabilità dei docenti e dei vertici dell'Ateneo, presunti contatti che avrebbero in qualche modo creato i presupposti per un trattamento di favore nei confronti del sudamericano, la tempistica del protocollo (la prova anticipata di 5 giorni rispetto all'appello in calendario il 22 settembre) sono inclusi nel dossier degli inquirenti. Materiali che si accompagnano alle intercettazioni telefoniche e a un video nel quale si dimostrerebbero accordo e complicità tra la commissione e il giocatore, giunto in dipartimento già edotto sulle domande e sugli argomenti che sarebbero stati oggetto della discussione.

Se qualcuno ha truccato un esame deve essere licenziato in tronco, anche per rispetto alle migliaia di studenti che si impegnano. L'università è una cosa seria e non si può permettere che la sua immagine di eccellenza venga infangata da questa vicenda – ha ammesso il segretario della Lega, Matteo Salvini, a Mattino Cinque – esprimendo un commento sulla questione.

Una vicenda nella quale, sia pure indirettamente, anche se non risulta formalmente indagata, s'intrecciano posizione e ruolo della Juventus. Il motivo? L'attaccante del Barcellona era considerato un obiettivo di mercato dopo l'addio di Gonzalo Higuain ma per vestire la maglia bianconera avrebbe dovuto ottenere il passaporto nazionale. Quale sarebbe la pista che conduce al club bianconero? I contatti tra un avvocato dello Studio Chiusano (Maria Turco) e il direttore generale dell'Ente, Simone Olivieri, per effetto dei quali la disponibilità ad aiutare il calciatore avrebbe in qualche modo garantito un ritorno d'interesse per altre situazioni simili (calciatori che necessitano di passaporto italiano per acquisire lo status di comunitari).

La Procura della Federcalcio ha chiesto alla Procura umbra di acquisire il fascicolo per valutare se ci sono gli estremi per avviare procedure anche nell'ambito della giustizia sportiva. E alla domanda se la Juventus è giusto che sia penalizzata, Salvini ha replicato con una battuta: "Essendo un tifoso di un'altra squadra (è tifoso del Milan, ndr) mi avvalgo della facoltà di non rispondere".