La Roma sta per cambiare proprietà. Forse già nel fine settimana arriverà l’annuncio ufficiale. Ma l’affare tra James Pallotta, che sta per cedere, e Dan Friedkin, nuovo patron, è praticamente chiuso. Le firme saranno messe a New York. Per ora non cambierà nulla. Perché con una nuova proprietà teoricamente può cambiare tutto. Anche Fonseca e Petrachi potrebbero andare via al termine della stagione. Friedkin ha intenzione di inserire una nuova figura dirigenziale, l’imprenditore americano vuole un uomo di calcio che possa fare da collante tra società e squadra.

Friedkin acquisterà la Roma da Pallotta

Nel mese di marzo si chiuderà l’era Pallotta, che non è riuscito a conquistare nemmeno un trofeo – anche se sotto la sua gestione la Roma è tornata in semifinale di Champions e ha chiuso tre volte il campionato al secondo posto. Dopo le firme ci dovrà essere il via libera di Consob e Antitrust, poi il lancio dell’Opa e l’assemblea per le nomine del nuovo Consiglio d’amministrazione. Uno dei figli di Friedkin, Ryan, avrà un ruolo nel club. Resterà in questo periodo di transizione come CEO Guido Fienga.

Un uomo di società per la Roma, tra i candidati anche Capello e Lippi

Friedkin vuole un uomo di calcio, o un grande uomo di sport, che faccia da raccordo tra la proprietà e la squadra. Non basta un direttore sportivo a fare da collante. E già da giorni si fanno tanti nomi. Friedkin è ambizioso, sembra rivoglia alla Roma De Rossi ma non con quella mansione. Si è parlato invece per quel ruolo da collante anche di Marcello Lippi, che in passato ha detto di non voler più avere un ruolo ufficiale con un club italiano, di Zibì Boniek, ex calciatore giallorosso che nella Capitale vive da anni – il ‘Bello di Notte’ però è il presidente della Federazione della Polonia. Ma anche di Fabio Capello, che è stato calciatore e allenatore della Roma, vinse lo scudetto nel 2001 ma non si è lasciato bene con tutto l’ambiente. Quello che potrebbe avere più chance è Gian Paolo Montali, ex grande allenatore di pallavolo che ha già lavorato nel mondo del calcio ma che ha un ruolo importante nell’organizzazione della Ryder Cup del 2022, che si terrà proprio a Roma.