Daniele Padelli ha giocato 3 partite in campionato e una in Coppa Italia: 4 match tra i pali dell'Inter, 5 gol incassati (2 nel derby, 2 contro la Lazio, 1 contro il Napoli). In media ne prende almeno 1 a incontro ma non è questo il punto perché a preoccupare è l'incertezza che ne ha contraddistinto il rendimento quando è stato chiamato in causa. È successo anche durante la gara dell'Olimpico: è apparso in ritardo nell'uscita in occasione dell'azione che ha portato al rigore per i capitolini, spaesato nel batti e ribatti dal quale è scaturito il raddoppio dei padroni di casa. E che dire di qualche uscita ardita che spiazza gli stessi compagni in difesa? La risposta al quesito è un altro quesito… ovvero, quanto torna Samir Handanovic?

Che tipo di infortunio ha subito Handanovic

L'assenza del portiere (e capitano) titolare è pesantissima e capita nella fase cruciale della stagione. La sua mancanza toglie personalità, sicurezza e impenetrabilità al reparto. Quando rientrerà? L'infortunio al mignolo della mano sinistra lo ha messo fuori causa: dopo aver saltato l'Udinese, Handanovic ha fatto il possibile per essere in campo nel derby (magari con un tutore di carbonio a protezione della mano) ma lo staff medico gli ha suggerito di evitare rischi che avrebbero solo potuto complicare la situazione e allungare i tempi di recupero.

Quando rientra tra i pali al posto di Padelli

Altra domanda che sorge spontanea: quando recupera? L'estremo difensore sloveno sarà sicuramente assente anche nell'andata di Europa League contro il Ludogorets (20 febbraio, ore 19 in Bulgaria) ma potrebbe essere finalmente pronto nel periodo compreso tra il 23 febbraio (25sima giornata di campionato contro la Sampdoria) e il 1° marzo. Il 27 febbraio c'è il ritorno dei sedicesimi di finale di Coppa mentre pochi giorni dopo il calendario propone la sfida scudetto contro la Juventus (26sima giornata, ore 20.45 a Torino). Per quella data, forse anche prima, Samir ci sarà. Deve esserci.