Immagine tratta da: "Magaly TV La Firme".
in foto: Immagine tratta da: "Magaly TV La Firme".

Quasi in ogni angolo del mondo vige la quarantena obbligatoria. Anche in SudAmerica sono state prese le giuste precauzioni, ma purtroppo ovunque c’è qualcuno che viola le leggi. Tra questi anche Nolberto Solano, ex talentuoso calciatore che ha giocato tanti anni in Premier League con il Newcastle, che in Perù è stato arrestato la scorsa notte, perché ha violato le norme governative. A casa sua ci sarebbe stata una festicciola, sicuramente presenti sei persone. Poche ore dopo Solano è stato rilasciato.

L’ex Newcastle Solano arrestato

La scorsa notte alla Polizia è stato segnalato che nel quartine di La Molina a Santa Felicia c’era qualcuno che stava tenendo una festa, gli agenti si sono recati sul posto e hanno rapidamente capito dove c’era l’assembramento e dopo aver individuato l’appartamento hanno arrestato il padrone di casa Nolberto Solano, che da qualche anno è anche il vice-allenatore della Nazionale del Perù. Solano è stato arrestato, perché a causa sua c’erano sei persone. L’ex calciatore ha detto: “Non era una festa, guarda come siamo vestiti”. Poche ore dopo Solano è stato rilasciato. Tra i sei c’era anche Pablo Zegarra, ex calciatore e oggi allenatore.

La carriera di Nolberto Solano

Gli amanti della Premier League sicuramente se lo ricordano bene. Perché Solano era una sentenza quando calciava su punizione, un incubo per ogni portiere. Otto stagioni con il Newcastle, anni importanti perché i bianconeri si qualificarono anche per la Champions League, poi un anno con l’Aston Villa e pure uno con il Leicester, la carriera l’ha iniziata e chiusa in patria, una stagione anche con il Boca Juniors. Con la nazionale peruviana ha disputato 95 partite, 20 i gol, e dal 2015 è il vice-allenatore del tecnico Gareca e fa parte dello staff tecnico della nazionale Blanquirroja che ha disputato i Mondiali nel 2018, per la prima volta dopo 36 anni.