121 CONDIVISIONI
Diego Armando Maradona morto a 60 anni
2 Dicembre 2020
13:05

“Non ci puoi credere”, ecco la stanza dove è morto Maradona

Le foto della stanza dove è morto Maradona alimentano la convinzione che quella dimora scelta per la riabilitazione non fosse la migliore sistemazione per un paziente nelle sue condizioni di salute. Ecco dove è deceduto l’ex Pibe che non aveva un bagno privato ma solo un wc chimico nei pressi del letto.
A cura di Maurizio De Santis
121 CONDIVISIONI
Sopra e in basso alcune immagini della casa dove è morto Maradona (fonte Diario Olè)
Sopra e in basso alcune immagini della casa dove è morto Maradona (fonte Diario Olè)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Diego Armando Maradona morto a 60 anni

La stanza dove il 25 novembre è morto Maradona si trovava al piano terra, alle spalle della cucina della casa di San Andrés (Buenos Aires). La camera era ammobiliata in maniera molto essenziale, spartana abbastanza da assicurare privacy e filtrare la luce utilizzando delle assi di legno applicate alle finestre. In quello spazio definito "poco più grande di uno stanzino" c'erano un letto matrimoniale, un televisore 32 pollici, un condizionatore, una poltrona e un wc chimico. Proprio il particolare del gabinetto ha fatto maggiore impressione: possibile che nell'edificio non ci fosse un bagno privato? perché nulla è stato fatto per allestirlo e rendere più dignitosa la sistemazione dell'ex calciatore? In realtà un bagno nello stabile c'era ma al primo piano e raggiungibile attraverso una rampa di scala che El Diez non era in grado di percorrere per le difficoltà nella deambulazione.

Le foto di quell'ambiente che ha accolto l'ex Pibe de Oro dopo il ricovero nella Clinica Olivos fanno discutere e alimentano il sospetto che negligenza, carenza di assistenza, condizione ambientale (individuati dalla Procura a fondamento dell'inchiesta che prefigura i reati di omicidio colposo e abbandono di persona) siano alla base della situazione di indigenza e ‘totalmente fuori controllo' indicata dagli inquirenti e nella quale D1os ha vissuto gli ultimi giorni.

"Non ci puoi credere, non meritava un trattamento del genere. Diego aveva i soldi per garantirsi un luogo più confortevole", racconta al giornale ‘Olè' una persona molto vicina alla famiglia dell'ex campione. La sua espressione di stupore fa il paio con le parole dell'ex moglie Claudia Villafañe che, parlando con Ruggeri (amico ed ex compagno di nazionale del Dieci), gli disse: "Se vedi dove è morto, muori anche tu…", rimarcando il concetto che a un paziente nelle condizioni di D10s (gravemente malato di cuore e reduce da un'operazione alla testa) andavano assicurati un domicilio, migliore, meglio organizzato e soprattutto dotato di tutti gli strumenti per offrire la migliore assistenza possibile.

121 CONDIVISIONI
326 contenuti su questa storia
La lettera di Maurizio De Giovanni in ricordo di Diego Armando Maradona
La lettera di Maurizio De Giovanni in ricordo di Diego Armando Maradona
Live is life, la statua di Maradona infiamma il "Maradona" prima di Napoli-Lazio
Live is life, la statua di Maradona infiamma il "Maradona" prima di Napoli-Lazio
La statua di Maradona allo Stadio di Napoli domani non ci sarà più, manca ancora un'autorizzazione
La statua di Maradona allo Stadio di Napoli domani non ci sarà più, manca ancora un'autorizzazione
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni