276 CONDIVISIONI
18 Ottobre 2022
18:00

Maxi squalifica in Serie B: “Ha calpestato con i tacchetti la nuca di un avversario”

Durante Cittadella-Spal era stato espulso nei minuti di recupero Simone Branca, autore di un fallo bruttissimo ai danni di Salvatore Esposito. Il giudice sportivo lo ha punito pesantemente.
A cura di Alessio Morra
276 CONDIVISIONI

Sabato scorso, al dispetto della classifica, la partita con la maggior attrattiva della Serie B è stata senz'altro Cittadella-Spal. C'era grande curiosità per l'esordio da allenatore di Daniele De Rossi che,dopo aver firmato per un anno e mezzo con i bianco-azzurri, ha iniziato la sua nuova carriera. La partita non ha lasciato il segno, il risultato finale è stato di 0-0. Un punto per parte e De Rossi che muove la classifica. Nel finale di partita c'è stato un fallo bruttissimo di Simone Branca, che ha colpito con sorprendente violenza l'avversario, il giovane Esposito, l'arbitro ha visto tutto e lo ha espulso e il giudice sportivo gli ha rifilato una squalifica davvero pesante.

Cittadella-Spal è terminata 0-0, partita dura, anzi durissima, con più cartellini che occasioni. Al 96′ quando ormai il match volgeva al termine c'è stato questo intervento di Branca che prima ha spinto Salvatore Esposito e poi gli ha messo i tacchetti sulla nuca. Rosso diretto. Polemiche infinite.

Sul fuoco ha soffiato anche il presidente della Spal Joe Tacopina, che non è andato molto per il sottile: "Il suo non è stato solo un fallo, questo è un vero crimine. Un atto vile di un vigliacco di nome Simone Branca che ha calpestato la testa di Salvatore con la sua scarpa da calcio quando il mio calciatore era a terra a faccia in giù. Questa è una chiara intenzione di far male! Questo non è calcio ma è un fallo da delinquente di strada. Branca è un codardo che ha cercato di ferire gravemente un giocatore indifeso. La Lega e le massime cariche del governo del calcio italiano dovrebbero intervenire a riguardo". 

E il giudice sportivo è intervenuto, non poteva fare altrimenti, e ha inflitto 4 giornate di squalifica a Simona Branca. Il centrocampista del Cittadella è stato punito pesantemente perché: "Dopo avere spinto con forza un avversario all’altezza della nuca facendolo cadere a terra lo ha calpestato volontariamente con i tacchetti della scarpa la tempia e anche la mano dello stesso avversario".

La feroce discussione che è nata dopo l’intervento di Branca su Esposito.
La feroce discussione che è nata dopo l’intervento di Branca su Esposito.

Sanzione inevitabile per Branca, che quindi tornerà in campo tra oltre un mese. Quattro giornate di squalifica e ritorno in campo previsto per il 27 novembre in occasione del match con il Cosenza – la Serie B non si fermerà e continuerà a giocare durante i Mondiali del Qatar.

276 CONDIVISIONI
Enigma69 in prova al Cosenza: il calciatore mascherato dalla Kings League di Piqué alla Serie B
Enigma69 in prova al Cosenza: il calciatore mascherato dalla Kings League di Piqué alla Serie B
Juve in ansia per la classifica fantasma che minaccia la Serie B: persi punti pesantissimi
Juve in ansia per la classifica fantasma che minaccia la Serie B: persi punti pesantissimi
Atleta italiano squalificato 36 anni per doping, tornerà nel 2058: ha combinato di tutto
Atleta italiano squalificato 36 anni per doping, tornerà nel 2058: ha combinato di tutto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni