140 CONDIVISIONI
31 Gennaio 2021
0:15

Marinho tocca la Copa Libertadores all’ingresso in campo e perde la finale al 99′

Mai toccare la coppa prima di una finale, all’ingresso in campo. Marinho, calciatore del Santos, ha voluto sfidare il destino prima della finale di Copa Libertadores contro il Palmeiras, al Maracanà. E la vecchia legge del mondo del calcio ha colpito ancora: il Santos ha perso in modo incredibile con un gol al 99′.
A cura di Redazione Sport
140 CONDIVISIONI

C'è una legge non scritta nel calcio, che vale ad ogni latitudine: vietato toccare la coppa prima di giocare una finale. Una credenza diffusa in primis tra gli stessi calciatori. Poi, di riflesso, tra i tifosi. È per questo motivo che in Sudamerica sono rimasti tutti a bocca aperta davanti alla tv prima di Palmeiras-Santos, finale della Copa Libertadores. All'ingresso in campo delle due squadre al Maracanã, la scena che nessuno si aspettava di vedere: mentre i giocatori sfilano accanto al trofeo, posto di consueto all'uscita del tunnel degli spogliatoi, Marinho, centrocampista del Santos, avvicina la mano destra al trofeo e tocca la coppa.

Un'immagine che in tanti, sui social, hanno riproposto al termine della partita, quasi a voler rigirare il coltello nella piaga dopo l'incredibile finale di gara: 14 minuti di recupero con gol decisivo realizzato al 99′ per la vittoria del Palmeiras. Destino beffardo per il Santos e per Marinho, premiato tra l'altro come miglior giocatore della Copa Libertadores dopo un cammino da protagonista con quattro gol in 10 partite. Il peggior modo possibile di perdere una finale.

Il motivo del gesto ‘sconsiderato' di Marinho, secondo alcune ricostruzioni, potrebbe essere di natura evocativa. Nella scorsa edizione del torneo, all'ingresso in campo delle due squadre finaliste – Flamengo e River Plate in quella circostanza – Gabigol si rese protagonista dello stesso gesto. La sua gara ebbe però esito completamente diverso rispetto a quello di Marinho: con una doppietta nei pazzi minuti finali, l'ex attaccante dell'Inter ribaltò il punteggio e fu decisivo per la vittoria della coppa da parte del Flamengo. Un destino al quale venne dato grande risalto, che Marinho ha tentato di emulare con il gesto meno indicato da compiere prima di una finale. Gli è andata male.

140 CONDIVISIONI
L'hotel è circondato dai fuochi d'artificio: notte insonne per la squadra prima degli ottavi
L'hotel è circondato dai fuochi d'artificio: notte insonne per la squadra prima degli ottavi
Dà un calcio al guardalinee ma è lui a finire a terra: il giocatore si rialza incredulo
Dà un calcio al guardalinee ma è lui a finire a terra: il giocatore si rialza incredulo
Si gioca troppo, Ceferin attacca:
Si gioca troppo, Ceferin attacca: "Chi dovrebbe lamentarsi sono gli operai a mille euro al mese"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni