905 CONDIVISIONI
7 Giugno 2022
22:36

L’Italia s’è desta, con l’Ungheria sprazzi di vera Nazionale: gol di Pellegrini e Barella

Le reti di Barella e Pellegrini regalano all’Italia la vittoria sull’Ungheria e il primo posto del gruppo 3 della Lega A della Nations League 2022-2023.
A cura di Vito Lamorte
905 CONDIVISIONI

Esame di ungherese superato per l'Italia di Roberto Mancini. Gli Azzurri hanno battuto per 2-1 la selezione allenata da Marco Rossi e, dopo il pareggio con la Germania, si sono presi la vetta del gruppo 3 della Lega A della Nations League 2022-2023. I campioni d'Europa in carica hanno chiuso la pratica nella prima frazione grazie alle reti di Barella e Pellegrini e nella ripresa, nonostante lo sfortunato autogol di Mancini, sono riusciti a portare a casa la vittoria con una buona gestione caratteriale.

Gli ungheresi hanno provato un approccio molto fisico al match ma piano piano gli Azzurri hanno conquistato campo e iniziato a creare delle potenziali occasioni da rete. Dopo un'ottima parata di Dibusz su Mancini e un paio di situazioni interessanti capitate a Gnonto e Pellegrini, l'Italia ha trovato il vantaggio alla mezz'ora grazie ad un bellissimo tiro da fuori area di Nicolò Barella. Il centrocampista dell'Inter ha segnato il suo ottavo gol con la Nazionale durante la gestione Mancini, come Belotti e Immobile, e nessuno ha segnato più di lui.

I ragazzi del Mancio hanno approfittato del momento positivo e hanno schiacciato l'Ungheria nella sua metà campo: dopo essersi divorati un gol con la coppia Pellegrini-Gnonto, ecco servito il raddoppio con i medesimi attori protagonisti. Ottima iniziativa sulla destra di Politano, velo dell'attaccante dello Zurigo e tocco comodo a porta vuota del numero 10. Seconda rete consecutiva per il capitano della Roma con la maglia della Nazionale.

La ripresa si è aperta con una prolungata azione offensiva degli Azzurri nell'area avversaria: dopo la traversa di Politano hanno provato a calciare verso la porta sia Gnonto che Cristante ma nessuno dei due è stato in grado di centrare lo specchio della porta.

Poco dopo l'ora di gioco è arrivato lo sfortunato autogol di Mancini sul cross di Fiola dalla destra, che ha messo un po' di pressione sugli Azzurri nell'ultima parte della gara ma Donnarumma & co sono riusciti a subire meno possibile con una buona gestione tecnica e a livello mentale.

Nel finale esordio per Alessio Zerbin, che si è fatto notare in questa stagione con la maglia del Frosinone in Serie B e il prossimo anno potrebbe giocarsi le sue carte con il Napoli di Spalletti.

Il tabellino di Italia-Ungheria

RETI: 30′ Barella, 45′ Pellegrini, 61′ Mancini (OG).

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Mancini, Bastoni, Spinazzola (75′ Dimarco); Pellegrini (66′ Locatelli), Cristante, Barella (84′ Tonali); Politano (75′ Belotti), Gnonto, Raspadori (84′ Zerbin). CT: Mancini.

UNGHERIA (5-4-1): Dibusz; Nego (58′ Fiola), Lang, Orban, At. Szalai, Z. Nagy (81′ Bolla); Schafer, Szoboszlai, A. Nagy (58′ Styles), Sallai; Ad. Szalai. Ct: Rossi.

ARBITRO: Sandro Scharer (SUI).

905 CONDIVISIONI
L'azione in verticale della Roma è spettacolare: in 4 tocchi ubriaca lo Shakhtar
L'azione in verticale della Roma è spettacolare: in 4 tocchi ubriaca lo Shakhtar
La Roma batte il Tottenham, Dybala crea e Ibanez segna. L'Inter in rimonta pareggia con il Lione
La Roma batte il Tottenham, Dybala crea e Ibanez segna. L'Inter in rimonta pareggia con il Lione
Daniel Passarella sta svanendo per una malattia, amici scioccati:
Daniel Passarella sta svanendo per una malattia, amici scioccati: "Non è più quello che conoscevamo"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni