15 Gennaio 2022
23:49

L’Arsenal ha meno di 13 giocatori, il derby è rinviato e il Tottenham protesta: “Molto sorpresi”

L’Arsenal a causa di un numero importante di contagi al Covid ha chiesto e ottenuto il rinvio del match con il Tottenham, che ha contestato la decisione della Premier League: “Vogliamo chiarezza e coerenza”.
A cura di Alessio Morra

Le polemiche relative ai rinvii dei match a causa del Covid ci sono anche in Premier League. Il North London Derby tra Tottenham e Arsenal domenica 16 gennaio non si disputerà. I Gunners avevano chiesto il rinvio dell'incontro a causa delle tante assenze legate ai contagi da Covid nel gruppo squadra. La Premier ha accolto la richiesta, ma il Tottenham non ci sono e polemizza.

Giovedì sera i Gunners sono scesi in campo a Liverpool, dove hanno pareggiato 0-0 nella semifinale di andata di Carabao Cup, il giorno successivo è scoppiato un focolaio all'interno del gruppo squadra della squadra di Arteta, che prontamente ha chiesto il rinvio del match di campionato con il Tottenham, una partita importantissima per la lotta Champions. Gli Spurs si sono detti stupiti perché non si era a conoscenza di casi di Covid all'Arsenal.

La Premier ha valutato, ha atteso i nuovi tamponi nel gruppo squadra dell'Arsenal e dopo aver constatato che i Gunners non avevano il numero minimo di giocatori per scendere in campo in una partita ufficiali (devono essere 13 compreso un portiere) hanno disposto il rinvio. Questo il comunicato:

A seguito di una richiesta dell'Arsenal FC, il Consiglio di Premier League si è riunito oggi e ha purtroppo accettato di posticipare la trasferta del club contro il Tottenham Hotspur, che si giocherà domenica 16 gennaio alle 16:30. Con l'Arsenal che ha a disposizione per la partita un numero di giocatori inferiore a quello richiesto (13 giocatori di campo e un portiere), il Consiglio ha accettato la domanda del club. La decisione è il risultato di una combinazione di COVID-19, infortuni esistenti e recenti e giocatori in servizio internazionale alla Coppa d'Africa. Tutti i club possono richiedere un rinvio se le infezioni da COVID-19 sono un fattore nella loro richiesta.

Il Tottenham si è infuriato e ha rilasciato una dichiarazione in cui esprime la propria enorme sorpresa per il rinvio e chiede ‘chiarezza e coerenza'. Gli Spurs hanno ricordato il loro precedente, quello della partita con il Rennes, che è stata prima rimandata e che poi è stata vinta 3-0 a tavolino dai francesi:

Siamo estremamente sorpresi che la richiesta dell'Arsenal sia stata accolta. Noi stessi siamo stati estromessi dalla Conference League per un numero di casi di Covid più che significativo. Avevamo la necessità di rinviare la partita contro il Leicester, in quella occasione, ma la nostra istanza non è stata accolta. Il rinvio è stato ratificato solo una volta che lo ha chiesto il Leicester. Non riteniamo che fosse quella di occuparsi di indisponibilità slegate dal Covid. Verosimilmente ora siamo di fronte alle conseguenze non intenzionali delle norme. Ma è importante che ci siano chiarezza e coerenza nell'applicazione.

Sicuramente per il Tottenham sarà durissima. Perché ora la squadra guidata da Antonio Conte dovrà recuperare quattro partite, compresa questa con l'Arsenal. La prima era stata rinviata a causa del maltempo, le altre due invece per il Covid.

Conte carica i tifosi del Tottenham sui social: "Fino alla fine!". Ma spuntano quelli della Juve
Conte carica i tifosi del Tottenham sui social: "Fino alla fine!". Ma spuntano quelli della Juve
Arteta polemizza per l'arbitraggio, Conte gli risponde duramente: "Sei bravo, ma ti lamenti troppo"
Arteta polemizza per l'arbitraggio, Conte gli risponde duramente: "Sei bravo, ma ti lamenti troppo"
Xhaka si presenta in diretta TV e distrugge i suoi stessi compagni di squadra: "Senza palle"
Xhaka si presenta in diretta TV e distrugge i suoi stessi compagni di squadra: "Senza palle"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni